Come Scegliere i Migliori Canali Social per la Tua Attività di Affiliazione eBay

2+guys+laptop.png

Come sai, il social media marketing è una leva essenziale per la tua attività: più della metà della popolazione mondiale è online, con miliardi di persone che utilizzano regolarmente le piattaforme social. Solo negli Stati Uniti, secondo Hootsuite, più di quattro persone su cinque possiede degli account social, quasi la metà di queste ha interagito con almeno un network e il 41% afferma che è importante che le realtà commerciali con cui entra in contatto abbiano una presenza forte sui social media.

È necessario però capire che il successo sui social media non dipende dal trovarsi ovunque; dipende dal posizionamento strategico del tuo tempo, della tua attenzione e del tuo investimento. Devi capire quali piattaforme parlano alla tua audience di riferimento, quali convertono meglio, oltre a osservare i tuoi competitor e influencer di settore per vedere come si comportano sui loro account social.

In un recente sondaggio svolto all’interno del nostro gruppo Insiders, abbiamo raccolto feedback molto interessanti su come gli affiliati EPN usano i social media per portare traffico ai propri blog/siti web e anche direttamente al sito di eBay.

●      Facebook è sicuramente la piattaforma social più usata: il 77% lo utilizza per portare traffico ai propri siti web e il 54% lo usa per portare traffico diretto a eBay.

●      Anche Twitter è efficace, secondo i membri EPN: il 53% lo usa per portare traffico ai propri siti e il 39% direttamente a eBay.

●      Altre piattaforme largamente utilizzate per portare traffico verso i siti degli editori sono Instagram (33%), Pinterest (30%) e Google+ (29%). Anche YouTube e LinkedIn sono utilizzati, ma non in larga misura (rispettivamente 11% e 7%), e altre piattaforme meno usate sono Snapchat, Tumblr e Reddit.

●      Google+ e Instagram sono spesso scelti per portare traffico direttamente a eBay (rispettivamente 11% e 9%).

●      Più del 60% dei partecipanti usa da una a tre piattaforme per promuovere la propria attività di affiliazione e portare traffico ai propri siti; il 35% usa quattro o più piattaforme.

Ora che conosci quali social network preferiscono i tuoi colleghi membri di EPN, ecco qualche altra informazione su ciascuna piattaforma che ti aiuterà a prendere la decisione migliore per l’uso dei social media.  

Facebook: i nostri Insiders riflettono il consenso generale nei confronti di Facebook; con più di un miliardo di utenti quotidiani e più di due miliardi di visitatori unici mensili da tutto il mondo, Facebook è il social più ampiamente utilizzato. Secondo Social Media Examiner, il 62% degli esperti di marketing afferma che è “di gran lunga” il social network più importante, il che non può essere ignorato.

Il 76% delle utenti americane su internet e il 66% degli utenti americani sono su Facebook.

Un focus sull’età: l’88% tra i 18 e i 29 anni, l’84% tra i 30 e i 49 anni e il 72% tra i 50 e i 64 anni usano Facebook negli Stati Uniti.

 Twitter: con 317 milioni di visitatori unici mensili, Twitter è uno strumento potente e un ottimo mezzo per condividere novità in piccoli, veloci messaggi da 140 caratteri. È anche un “concentrato internazionale” che supporta 40 lingue e il 79% dei suoi utenti vive al di fuori degli Stati Uniti.  

Twitter è usato dal 15% delle utenti americane su internet e dal 22% degli utenti americani.

Per età: il 37% tra i 18 e i 29 anni e il 25% tra i 30 e i 49 anni usa Twitter, negli Stati Uniti.

Instagram: sta crescendo molto in fretta – al momento conta 700 milioni di utenti mensili attivi. Questo network basato sulle immagini continua a rimanere sulla cresta dell’onda e ad attirare utenti giovani adattandosi ai trend del momento (per esempio aggiungendo le Stories, amatissime dai ragazzi).

Instagram è usato dal 38% delle utenti americane su internet e dal 24% degli utenti americani.

Per età: il 59% tra i 18 e i 29 anni e il 33% tra i 30 e i 49 anni usa Instagram.

 Pinterest: con i suoi 317 milioni di utenti unici ogni mese, Pinterest tende un po’ verso un’utenza più grande e decisamente femminile – ma vanta anche una sorprendente longevità dei post (151.200 minuti).

Il 45% delle donne online è su Pinterest; il 17% degli uomini.

La distribuzione dell’età è bilanciata dai 18 ai 64 anni, con il 34% tra i 18 e i 29, il 27% tra i 30 e i 49 e il 28% tra i 50 e i 64.  

Google+: con circa 212 milioni di profili attivi, Google+ possiede molti vantaggi tra cui permettere agli utenti di vedere il contenuto più rilevante per loro. Inoltre, è stato detto che influenza la SEO.

Il 74% degli utenti di Google+ sono uomini, il 26% donne.

Il 28% degli utenti ha tra i 15 e i 34 anni.

YouTube: con 1,5 miliardi di utenti mensili loggati che guardano video per miliardi di ore, YouTube in generale (e anche la versione mobile) raggiunge più persone tra i 18 e i 49 anni di qualsiasi altra rete negli Stati Uniti.  

YouTube ha un’audience prevalentemente maschile (il 55%, contro il 45% femminile).

LinkedIn: se la tua attività di marketing di affiliazione parla soprattutto ai professionisti, LinkedIn è il social network per te. Con 500 milioni di utenti registrati in tutto il mondo e più di 100 milioni di utenti attivi ogni mese, LinkedIn guida più di metà del traffico social verso blog e siti B2B.

Il 31% degli uomini online usa LinkedIn, così come il 27% delle donne.

Per età: il 33-34% tra i 18 e i 49 anni usa LinkedIn; il 24% tra i 50 e i 64 anni.

Adesso che hai una panoramica delle audience che ciascuno dei più importanti social network soddisfa, puoi capire quale funzionerà meglio per i tuoi obiettivi strategici. Per esempio, se cerchi di trovare consensi in vari di gruppi di età, Facebook è il posto migliore per mettere in atto il tuo piano di marketing (considera anche i post sulla crescita e l’utilizzo di altre tattiche per ottimizzare il tuo raggio di azione). Se sei un fashion blogger, Instagram raggiungerà la tua audience di riferimento offrendo molte splendide ragioni per seguire il tuo blog e cliccare sui link che proponi per l’abbigliamento e gli accessori.

Mentre decidi quali piattaforme usare, tieni a mente il tipo di contenuto che vuoi condividere (immagini, video…) e anche quanto tempo hai a disposizione.
Certo puoi sempre usare app di pianificazione come Buffer o Hootsuite per programmare i post in modo automatico anche attraverso più piattaforme, ma sarai sempre tu a dover controllare gli analytics e a valutare cosa funziona meglio per la tua attività.

Se riuscirai a mantenere la concentrazione e a combattere l’ansia di perderti qualcosa quando uscirà la prossima piattaforma di successo, la tua strategia sui social media ti aiuterà a creare le giuste connessioni per trovare la tua audience e a far crescere la tua attività.

Post correlati:

I consigli degli esperti su come usare i Social Media per attirare, coinvolgere e convertire in acquirenti

5 Strategie sicure per identificare la tua audience target e aumentare il tuo traffico