Estensione dei tempi previsti per le rettifiche delle transazioni

Cessazione prevista di quattro strumenti ePNIl 3 marzo, eBay Partner Network ha apportato una modifica che prevede l'estensione del periodo previsto per le rettifiche delle transazioni da 7 a 30 giorni. Tale modifica sarà visibile agli inserzionisti a partire dal mese di aprile. Come sai, i guadagni di ePN si basano sui ricavi delle offerte vincenti (WBR, Winning Bid Revenue), ovvero l'importo che eBay percepisce quando i clienti fanno acquisti. Il WBR comprende le tariffe del venditore, come le tariffe d'inserzione e le commissioni sul valore finale, tuttavia, per diverse ragioni, non tutte le tariffe del venditore vengono liquidate subito. Talvolta, diversi giorni dopo l'acquisto originale, vengono effettuate rettifiche che figurano come voci aggiuntive nei report delle transazioni degli inserzionisti.

Tali rettifiche possono comportare l'aumento, la diminuzione o persino l'eliminazione del WBR nel caso di oggetti restituiti dall'acquirente o non pagati. In passato, venivano incluse nei report solo le rettifiche apportate nei primi sette giorni dopo un acquisto. Tuttavia, in base alla recente estensione del periodo previsto per le rettifiche delle transazioni, che interessa gli acquisti effettuati dal 3 marzo in poi, le rettifiche eseguite entro 30 giorni dall'acquisto originale saranno conteggiate nel WBR e nei guadagni complessivi, e saranno visibili nei report delle transazioni a partire dal mese di aprile.

Se alcune rettifiche comporteranno un incremento dei guadagni per molti inserzionisti, tanti altri registreranno una leggera diminuzione dei guadagni (la maggioranza noterà probabilmente una diminuzione dei guadagni inferiore al 5%) in seguito ad annullamenti e restituzioni. Le rettifiche varieranno da affiliato ad affiliato, in base al rispettivo volume di annullamenti e di oggetti non pagati.

Stiamo introducendo questa modifica per aumentare l'efficacia e la produttività complessive della rete. A nostro parere, quando un acquisto va a buon fine ed eBay riscuote le tariffe del venditore, gli inserzionisti dovrebbero ottenere tutti i guadagni derivanti da tale acquisto. Tuttavia, quando un acquisto viene annullato ed eBay non ottiene alcun ricavo, non è conveniente pagare commissioni. L'eliminazione dei pagamenti in caso di annullamenti e restituzioni ci consentirà di finanziare più commissioni per gli acquisti produttivi, che determinano un incremento dei volumi e attirano nuovi acquirenti eBay.

Come sempre, restiamo in attesa di vostri commenti e suggerimenti. In caso di domande, puoi contattarci o inviarci un'email all'indirizzo: epn-cs-italian@ebay.com.