Meno dell'1% degli acquisti effettuati online viene influenzato dai social media

 

Oggi non si può leggere un blog di aziende o a carattere tecnico senza essere inondati di informazioni apparentemente contraddittorie su ciò che funziona e non funziona quando si vendono prodotti e si fa marketing per la propria attività online. La settimana scorsa abbiamo scritto di come quasi il 20% delle donne americane utilizzi Pinterest e abbiamo sostenuto l'importanza di aggiungere questo social network in continua espansione agli strumenti di marketing da utilizzare. Poi, questa settimana è uscito un nuovo studio che sembra confutare il valore dei social media.

Come riferito da Mashable, Forrester ha pubblicato uno studio secondo il quale meno dell'1% degli acquisti online viene effettuato grazie all'utilizzo dei social media. Lo studio ha esaminato 77.000 transazioni effettuate fra l'1 e il 14 aprile e ha rilevato che solo una piccolissima percentuale di queste può essere attribuita a social network quali Facebook, Twitter e Pinterest.

Tenete presente che la determinazione di come le attività Web degli utenti influenzano le loro decisioni di acquisto non è una scienza esatta. Di solito viene accreditato l'ultimo punto di contatto prima di una vendita, ma nel caso degli inserzionisti ePN ciò non è vero. Ad esempio, poniamo che un utente veda un oggetto nella vostra pagina di Pinterest, vada sul vostro sito e da qui su eBay per acquistarlo. eBay accredita (e ricompensa) gli inserzionisti ma non sa che l'acquisto è stato influenzato da Pinterest. Certo, si tratta di un esempio teorico che può verificarsi una sola volta, ma capite cosa voglio dire.

Forrester afferma che dopo il traffico diretto, le ricerche organiche e quelle pagate sono i due strumenti più importanti che influenzano gli acquisiti del 39% dei nuovi acquirenti. Forrester definisce questi utenti "pescatori con l'arpione", vale a dire acquirenti che sanno esattamente quello che vogliono e lo trovano attraverso le ricerche.

Tenete presente che questo è solo uno studio. Non credo che in questo caso si possa concludere che i social network non siano importanti. Difatti, la ricerca Forrester indica chiaramente che le piccole aziende, non incluse nello studio, possono trarre grandi vantaggi dai social media. La chiave del successo di una strategia è ovviamente rappresentata dall'utilizzo di una serie di strumenti di marketing appropriati. Utilizzando le ricerche, le email, i social media e altri strumenti potete raggiungere un vasto pubblico e fare in modo che il vostro messaggio arrivi alle persone giuste.

Sono certo che sull'argomento ci sono molte opinioni diverse. Fateci sapere la vostra. Aggiungete un commento di seguito.