Titolo: i 10 principali componenti aggiuntivi per Firefox destinati agli Internet Marketer

Firefox dispone di un numero cosi elevato di componenti aggiuntivi, che trovare quelli utili a un Internet marketer può sembrare un compito arduo. Che tu sia un blogger, sia specializzato in Ottimizzazione del motore di ricerca o utilizzi altri metodi promozionali di Internet Marketing non fa differenza, in ogni caso dovresti trovare utili per le tue attività quotidiane uno o più componenti aggiuntivi tra quelli elencati di seguito.1.     SEO Link Analysis - Fornisce maggiori dati sui link in Google Webmaster Tools e Yahoo! Site Explorer mostrando il PageRank della pagina visitata, l'utente del testo anchor e indicando se è presente o meno un nofollow. 2.    Screengrab - Consente di salvare le pagine Web come immagini. Permette di catturare ciò che viene visualizzato nella finestra, l'intera pagina, una selezione, un riquadro particolare e così via. In sintesi, salva le pagine Web come immagini in un file o negli Appunti. 3.    StomperTools - StomperTools include SNRanker, una visualizzazione di Google, Yahoo e MSN/Live per un termine di query specifico con SVG. Scopri il tuo posizionamento. È utile per la valutazione dell'Ottimizzazione del motore di ricerca (SEO, Search Engine Optimization) e per ricercare un argomento. Si integra anche con Stomper Scrutinizer, un browser Adobe AIR con una simulazione incorporata della visione umana. 4.   TableTools - TableTools ordina, filtra o copia qualsiasi tabella HTML. Questa estensione è uno strumento perfetto per le tabelle di dati HTML e fornisce funzionalità di ordinamento e filtraggio migliori di MS Excel (direttamente in FireFox). Tuttavia, se, ad esempio, hai necessità di creare un grafico, utilizza l'estensione per copiare l'intera tabella in Excel. 5.    Miglioramento di Google Analytics - Migliora Google Analytics con una raccolta di script utente. 6.    Save Complete - Salva una pagina Web completamente e offre un'alternativa migliore rispetto alla funzionalità di salvataggio incorporata di Firefox. 7.   IE Tab - Consente di incorporare Internet Explorer nelle schede di Mozilla/Firefox. 8.    KGen - KGen (Keyword Generator) è un'estensione che consente di verificare quali parole chiave hanno una maggiore rilevanza nelle pagine Web visitate. 9.    Live HTTP Headers - Consente di visualizzare le intestazioni HTTP di una pagina durante l'esplorazione. 10.    SearchStatus - Consente di vedere il Google PageRank, il punteggio Alexa, il punteggio Compete e il SEOmoz Linkscape mozRank in qualsiasi punto del browser. Inoltre, fornisce un analizzatore della densità delle parole chiave, l'evidenziazione delle parole chiave e dei link nofollow, i backward link e i link correlati, le informazioni Alexa e altro ancora. Sappiamo che sono disponibili molti altri componenti aggiuntivi utili. Quindi, se ci sono dei componenti in particolare che per te sono indispensabili, lascia un commento e facci sapere quali sono.

Cordiali saluti, Amanda Team di eBay Partner Network

Partecipa all'Affiliate Summit West

il prossimo mese parteciperemo all'Affiliate Summit West. Il nostro team parteciperà alla conferenza e terrà una sessione.  Se hai già deciso di andare, vienici a trovare!  Di seguito puoi trovare i dettagli della conferenza:Dove: Rio All-Suite Hotel & Casino, Las Vegas Quando: gennaio 17-19, 2010 Prezzo: Platinum Pass ($1,249), Gold Pass ($549), Silver Pass ($149)

Sconto speciale per gli affiliati di eBay Partner Network Siamo riusciti a ottenere uno sconto del 10% per i nostri partner.  Lo sconto è valido per qualsiasi tipo di pass.  Basta usare il codice ASW10EBAY10 al momento della registrazione. Per ulteriori informazioni sulla conferenza, leggi il blog di Shawn Collins Affiliate Tip .

Speriamo di vederti presto. Il team di eBay Partner Network

Domande avanzate sul sistema Quality Click Pricing (QCP)

Le categorie come Auto e Motori e Collezionismo, che includono molte inserzioni, saranno influenzate negativamente dal lancio del sistema QCP?Nel complesso, per la categoria Auto e Moto non abbiamo verificato un aumento dei publisher che hanno riscontrato una riduzione delle commissioni rispetto agli offerenti che si aggiudicano gli oggetti in altre categorie. Il numero degli affiliati il cui guadagno è aumentato o rimasto più o meno invariato è doppio rispetto a quello degli utenti che hanno riscontrato perdite con il sistema QCP. In generale, i ricavi a breve termine dei publisher della categoria Auto e Moto sono leggermente inferiori in quanto il ciclo di acquisto dei veicoli di solito è più lungo rispetto a quello degli altri oggetti. Tuttavia, ciò è bilanciato dal fatto che i ricavi a lungo termine tendono ad essere maggiori rispetto a quelli degli altri affiliati.

Osservando le prestazioni per i segmenti degli affiliati della categoria Auto e Moto, i risultati sono molto intuitivi quando si prendono in considerazione gli obiettivi del sistema QCP. Gli affiliati per i quali più del 50% dei ricavi deriva dalla categoria Auto e Moto in genere ottengono risultati migliori se confrontati con le commissioni del sistema CPA (Cost Per Action). Tuttavia, le commissioni degli affiliati che indirizzano traffico alla categoria Auto e Moto ma i cui utenti tendono a effettuare le conversioni su altri siti in genere sono più basse rispetto a quelle del sistema CPA. Pertanto, i siti che spingono gli utenti ad acquistare auto e moto su eBay ottengono risultati migliori.

Perché il mio EPC è pari a zero per una campagna, nonostante abbia realizzato ricavi per le offerte vincenti per il giorno in questione? Il sistema QCP è basato sui ricavi; per questo motivo, così come avveniva nel vecchio sistema, possono esserci dei giorni in cui le vendite di un affiliato sono pari a zero e pertanto è pari a zero anche l'EPC. Ciò è vero soprattutto per le campagne con volumi di clic più bassi. Detto ciò, ci sono alcune ragioni specifiche per le quali l'EPC può essere pari a zero: •    Arrotondamento per EPC molto bassi: se l'importo delle commissioni EPC diviso per il numero di clic è inferiore a 0,005 (in USD o in qualsiasi altra valuta), l'EPC viene arrotondato a zero. •    Picchi di clic: il sistema dispone di una protezione incorporata per impedire agli utenti di raggiungere un livello di EPC elevato con un volume di traffico basso, per poi riversare su potrebbe volumi elevati di clic di bassa qualità il giorno successivo. Pertanto, quando una campagna presenta un significativo aumento del numero di clic (ciò avviene anche per le nuove campagne), diamo meno peso alla cronologia di tale campagna e utilizziamo i ricavi a breve termine e una stima dei ricavi a lungo termine per calcolare il valore di questi clic fino a quando non disponiamo di più dati per determinare la qualità dei clic (generalmente sono necessari alcuni giorni). Se non hai alcun ricavo a breve termine associato a tali clic, l'EPC potrebbe essere pari a zero fino alla determinazione del valore effettivo del traffico.

Ho appena generato un nuovo utente registrato attivo (ACRU) e il mio EPC non è cambiato. Perché? L'EPC è costituito sia dal valore a breve termine generato dalle vendite che dal valore a lungo termine dei nuovi utenti, pertanto la quantità di ACRU generati da ciascun publisher e il valore di tali ACRU per eBay vengono ancora presi in considerazione. Tuttavia, invece di limitarci a sommare il numero di ACRU, moltiplicare tale numero per un livello mensile ed effettuare il pagamento, utilizziamo una combinazione del numero di ACRU e del loro valore effettivo per determinare il valore a lungo termine del traffico degli utenti. Questo fattore viene continuamente rettificato, in quanto la qualità e la quantità degli ACRU cambia nel tempo. Per questo motivo, la generazione di ACRU potrebbe non influire sull'EPC del giorno stesso, in quanto il valore dell'ACRU viene realizzato in un periodo di tempo più lungo. Nel lungo periodo, riscontrerai un aumento dell'EPC se genererai altri ACRU o se il valore di tali ACRU aumenterà.

Gli importi e le commissioni EPC cambiano se al mio sito accede un bot e i miei clic aumentano? A metà novembre abbiamo introdotto ulteriori filtri dei clic in tempo reale che consentiranno di gestire un elevato numero di clic provenienti da questi bot sconosciuti e continueremo a sviluppare altri filtri di questo tipo. Tuttavia, se un bot accede al tuo sito e non viene filtrato, il tuo EPC continuerà a basarsi sui ricavi; pertanto, anche se un aumento dei clic causato dai bot determina una riduzione dell'EPC, nella maggior parte dei casi l'importo complessivo guadagnato resterà invariato. Se ritieni che sia attivo un bot, contatta l'Assistenza clienti specificando il sito Web interessato e l'indirizzo IP. Il nostro team effettuerà delle indagini per includerlo nel nostro elenco di bot filtrati.

Perché il mio EPC è più basso del solito quando suddivido la mia attività esistente in più campagne o avvio una nuova campagna? Quando avvii una nuova campagna il sistema dispone di informazioni molto limitate in base alle quali prevedere il valore dei clic. Pertanto, potrebbero essere necessari i dati di più giorni per riflettere il valore effettivo del tuo traffico. In alcuni casi, ciò può determinare il pagamento di un importo superiore a quello che otterresti se disponessi di una cronologia della campagna completa; in altri casi, ciò può comportare il pagamento di un importo inferiore. Questo avviene perché, fino a quando non disponi di una cronologia, utilizziamo i ricavi generati nel periodo immediatamente successivo al clic, insieme alla stima dei ricavi a lungo termine, per calcolare il valore di tali clic. La procedura del sistema è più rapida per le campagne che presentano un numero maggiore di clic, mentre richiede più tempo per le campagne con un numero inferiore di clic.

Come mai l'importo delle mie commissioni EPC è superiore ai ricavi delle offerte vincenti di 7 giorni? •    Oltre ai ricavi delle offerte vincenti l'algoritmo QCP è costituito da altri componenti, come il valore a lungo termine degli ACRU, di PayPal e dei ricavi pubblicitari. Questo significa che le tue commissioni possono essere più alte dei ricavi delle offerte vincenti. Ciò poteva verificarsi anche con il vecchio sistema CPA. •    Oltre ai ricavi generati dal traffico del giorno precedente, il sistema prende in considerazione anche i dati cronologici, ad esempio il valore derivante dalle vendite avvenute entro i 7 giorni della durata del cookie. Questo significa che, sebbene i ricavi delle offerte vincenti possano essere bassi per il giorno corrente, l'EPC prende in considerazione anche i ricavi delle offerte vincenti ottenuti in altri giorni, ad esempio la domenica. Considerata la difficoltà di tali confronti, consigliamo di analizzare le commissioni per un periodo di tempo lungo, ad esempio una settimana o un mese.

Perché il mio EPC subisce oscillazioni molto evidenti da un giorno all'altro? In genere la variabilità dell'EPC dei publisher dovrebbe essere inferiore rispetto a quella del vecchio sistema CPA, in quanto l'algoritmo prende in considerazione i dati cronologici e le attività del giorno precedente. In effetti, abbiamo riscontrato una riduzione media del 30% per i publisher. In alcuni casi, tuttavia, la variabilità degli EPC può essere maggiore: •    Se sei un publisher con volumi di vendita bassi potresti riscontrare una maggiore fluttuazione rispetto agli altri publisher, analogamente a quanto avveniva con il modello di pagamento CPA. Questo accade anche se operi nell'ambito di un programma più piccolo, come eBay Belgio, in quanto i volumi di traffico per questi programmi sono generalmente inferiori. Se sei un publisher con volumi di vendita molto bassi che non invia un numero di clic sufficiente per il calcolo del relativo valore, i tuoi clic e le tue commissioni potrebbero essere raggruppati con quelli di altri publisher con volumi di vendita bassi e ti verrà assegnato un EPC predefinito. •    Se di recente il numero di clic che hai indirizzato a eBay è aumentato o hai avviato una nuova campagna, è probabile che le oscillazioni del tuo EPC siano maggiori del solito. Ciò è dovuto al fatto che utilizziamo i ricavi generati nei giorni immediatamente successivi al clic per calcolare il valore della nuova campagna o del maggior volume di clic. Ad esempio, all'inizio di una nuova campagna, con ogni probabilità il tuo EPC sarà più alto la domenica rispetto agli altri giorni della settimana fino a quando non avrai consolidato la tua cronologia.

L'assenza di URL di provenienza o il fatto di non avere ottenuto un'approvazione speciale per il modello di business utilizzato (dove richiesta) influiscono sull'EPC? •    Al momento il sistema QCP non considera gli URL di provenienza nella determinazione dell'EPC. Ciononostante, considera quanto segue: o    Se utilizzi un modello di business che richiede un'approvazione speciale, devi richiedere e ricevere l'approvazione necessaria. Tale approvazione è necessaria per le comunicazioni elettroniche (e-mail), gli incentivi, il software scaricabile e tutti i contenuti che rientrano nella categoria Altro.  Ogni violazione in tal senso può comportare l'esclusione da eBay Partner Network. Puoi trovare i moduli di richiesta per i modelli di business speciali nella scheda Account sotto Richieste di modelli di business. o    È importante che tu ci consenta di vedere i tuoi URL di provenienza. Sebbene al momento non influiscano sul tuo EPC, i singoli account e i relativi URL di provenienza vengono esaminati regolarmente. Ogni volta in cui si verifica un problema con un account, gli URL di provenienza sono importanti per capire l'origine del traffico e intraprendere le azioni appropriate.

Marketing tramite motore di ricerca – 2. Come creare testi accattivanti per gli annunci

In questo secondo post della serie "Marketing tramite motore di ricerca" fornirò alcuni suggerimenti su come sfruttare al meglio le impression che è possibile ottenere scrivendo testi accattivanti per gli annunci. Alcuni dei consigli forniti in questo post si basano sugli argomenti trattati nell'articolo "Come selezionare e organizzare le parole chiave". Se non lo hai già fatto, dai un'occhiata a questo articolo qui. Sebbene siano in molti a sostenere che il Keyword Marketing (conosciuto anche come SEM – Search Engine Marketing) sia una disciplina essenzialmente scientifica, ciò è vero solo in parte. Per avere successo, è necessario combinare gli elementi più matematici del SEM con le capacità creative richieste nei canali di marketing più tradizionali. Ciò vale soprattutto per la stesura del testo degli annunci. Creare un messaggio efficace da mostrare agli utenti dei motori di ricerca utilizzando un numero limitato di caratteri è una forma d'arte che può svolgere un ruolo essenziale nella generazione di traffico di qualità sul vostro sito Web.

La maggior parte dei motori di ricerca ha gli stessi parametri per la stesura del testo degli annunci: un titolo di massimo 25 caratteri, due righe di descrizione di massimo 35 caratteri ognuna e una riga finale per l'URL di visualizzazione, anche questa con una lunghezza massima di 35 caratteri. In totale, si dispone di appena 130 caratteri per scrivere il messaggio destinato agli utenti; pertanto, è necessario sfruttare al massimo ogni parola affinché gli utenti scelgano il proprio sito nell'elenco di siti restituiti da un motore di ricerca.

Rendere il testo dell'annuncio pertinente e interessante Innanzitutto devi evidenziare una caratteristica unica relativa al tuo sito per distinguerti dalla concorrenza e fornire agli utenti un motivo per cliccare sul tuo annuncio. Fai sapere agli utenti che cosa troveranno sul tuo sito Web. Se l'offerta di recensioni su milioni di CD fornite da migliaia di utenti costituisce la caratteristica principale del tuo sito, fai in modo che sia chiaro nel testo del tuo annuncio. Ciò può contribuire ad aumentare non soltanto la percentuale di clic (CTR, Click Through Rate), ma anche la percentuale di conversioni in vendite sul sito eBay. Nella maggior parte dei casi, più specifico e mirato è il testo dell'annuncio meglio è.

L'anno scorso eBay ha provato a inserire il numero di inserzioni disponibili per un prodotto specifico corrispondente alle parole chiave acquistate nei propri annunci SEM. Ad esempio, un utente alla ricerca del videogioco Call of Duty 4 avrebbe potuto trovare un annuncio eBay indicante la disponibilità di 948 oggetti. L'inserimento di queste informazioni ha determinato un aumento del CTR del 20% e un aumento delle conversioni in acquisti pari al 10%.

Inserimento dinamico di parole chiave Devi anche assicurarti che il tuo annuncio sia quanto più possibile mirato, ad esempio utilizzando l'inserimento dinamico di parole chiave per inserire automaticamente la parola chiave acquistata nel testo dell'annuncio. Questa pratica offre due vantaggi che consentono di attirare l'attenzione dell'utente: in primo luogo, indica all'utente che l'annuncio è relativo a ciò che sta cercando; in secondo luogo, le parole nel testo dell'annuncio che corrispondono a quelle utilizzate nell'interrogazione dell'utente sono mostrate in grassetto, in modo da evidenziarle nella pagina. In base alla nostra esperienza, l'inserimento dinamico di parole chiave funziona meglio quando è utilizzato nel titolo dell'annuncio, in quanto gli utenti tendono a leggere prima questa riga e pertanto i miglioramenti apportati al testo del titolo di solito hanno un impatto maggiore sul CTR rispetto alle modifiche al resto dell'annuncio. Inoltre, l'uso dell'inserimento dinamico di parole chiave nell'URL di visualizzazione può essere estremamente efficace, in quanto dà la certezza all'utente che approderà a una pagina del tuo sito Web relativa al prodotto cercato. Tuttavia, se utilizzi questa pratica, assicurati che la pagina di destinazione sia realmente pertinente. L'inserimento dinamico di parole chiave spesso è più efficace se utilizzato con l'opzione della corrispondenza esatta, in quanto la parola chiave inserita nell'annuncio corrisponde esattamente alle parole digitate dall'utente nel motore di ricerca. Tuttavia, se utilizzato bene, l'inserimento dinamico di parole chiave può determinare comunque un miglioramento significativo del CTR per la corrispondenza generica e la corrispondenza a frase.

Per utilizzare l'inserimento dinamico di parole chiave devi racchiudere la parola "KeyWord" tra parentesi graffe , seguita dai due punti e da testo predefinito alternativo da utilizzare nel caso in cui la parola chiave acquistata sia troppo lunga per essere inserita nell'annuncio. Ad esempio, se il tuo sito Web contiene recensioni su CD e le parole chiave nel tuo gruppo di annunci sono tutte nomi di gruppi rock, puoi inviare un annuncio a un motore di ricerca con il titolo "Recensioni di CD {KeyWord: rock}. Quando la ricerca di un utente attiva il tuo annuncio in relazione alla parola chiave "Green Day", l'utente vede l'annuncio con il titolo "Recensioni di CD Green Day". Se la ricerca fosse relativa a un gruppo con un nome più lungo, ad esempio Queens of the Stone Age, verrebbe utilizzato il testo predefinito alternativo e il titolo dell'annuncio sarebbe "Recensioni di CD rock". Considerata la tendenza sempre più diffusa a utilizzare nelle ricerche parole chiave lunghe, vale la pena ottimizzare il testo predefinito usato con l'inserimento dinamico di parole chiave, in quanto sempre più spesso questa parte dell'annuncio viene vista dagli utenti.

Ottimizzazione Come per tutti gli altri aspetti del Marketing motore di ricerca (SEM), una delle cose più importanti da ricordare nella stesura del testo degli annunci è la necessità di verificarli e ottimizzarli costantemente. Per consentire ciò, la maggior parte dei motori di ricerca offre la possibilità di avere più annunci in ogni gruppo di annunci. Viene effettuata anche una rotazione delle differenti combinazioni di annunci per consentire di verificare quale annuncio offre le prestazioni migliori. Rispetto all'operazione manuale di eliminazione di un annuncio e inserimento di un nuovo annuncio, questa rotazione è estremamente utile in quanto consente di eseguire reali test AB degli annunci, senza dover controllare fattori esterni come la stagionalità. Considerato il numero di variabili diverse da prendere in considerazione nella creazione degli annunci su quattro differenti righe di testo, il ricorso a questa rotazione intelligente è di importanza fondamentale.

Se hai più annunci nello stesso gruppo, puoi utilizzare due impostazioni differenti per la rotazione degli stessi. L'impostazione predefinita per la maggior parte dei motori di ricerca consiste nell'attivare l'opzione di ottimizzazione. Tale opzione consente di eseguire la rotazione degli annunci facendo in modo che gli annunci del gruppo con un CTR più alto vengano mostrati più spesso nei risultati delle ricerche rispetto agli annunci con un CTR più basso. Ciò offre numerosi vantaggi: in primo luogo, poiché gli annunci con un CTR più alto hanno maggiori probabilità di ottenere un posizionamento migliore, dovresti ricevere un numero maggiore di impression in quanto gli annunci con CTR più bassi potrebbero non comparire nella prima pagina dei risultati; in secondo luogo, queste impression hanno maggiori probabilità di essere convertite in clic grazie al CTR più elevato degli annunci; infine, presentando più spesso gli annunci con un CTR più alto, il tuo punteggio di qualità dovrebbe aumentare, riducendo così il costo per clic (CPC) minimo da pagare per la corrispondenza con determinate parole chiave.

Tuttavia, non sempre l'uso dell'opzione di ottimizzazione è l'approccio giusto. Quando si esegue il test AB di più annunci, si desidera sapere qual è l'annuncio migliore nel più breve tempo possibile, in modo da poter rimuovere gli annunci con le prestazioni peggiori dal proprio gruppo di annunci, lasciando solo quelli con le prestazioni  migliori (e consentendo così il passaggio al test successivo). A tale scopo, è necessario essere certi che le differenze relative alle prestazioni degli annunci siano abbastanza significative dal punto di vista statistico da stabilire con un alto grado di affidabilità che le prestazioni di un annuncio sono migliori rispetto a quelle di un altro annuncio grazie al testo differente piuttosto che a causa di un altro fattore. Anche se esistono formule complesse che consentono di valutare se si dispone di dati sufficienti per stabilire se la differenza nelle prestazioni degli annunci siano significative dal punto di vista statistico, assicurarsi che ogni annuncio abbia ottenuto almeno 1.000 clic rappresenta un buon procedimento empirico. Se si utilizza la funzione di ottimizzazione per fare in modo che gli annunci con le prestazioni migliori vengano mostrati più spesso, ci vuole molto più tempo affinché tutti gli annunci raggiungano i 1.000 clic rispetto a quando questa funzione è disattivata.

C'è un altro motivo per cui l'uso della funzione di ottimizzazione non sempre rappresenta l'opzione migliore: il CTR potrebbe non essere la metrica corretta in base alla quale ottimizzare gli annunci. Sebbene il CTR consenta di stabilire con una buona approssimazione se il proprio annuncio attira gli utenti, i clic ottenuti grazie agli annunci con un CTR elevato potrebbero non essere molto mirati. Ad esempio, se hai un sito di recensioni su CD ma utilizzi il titolo "iPods gratuiti - clicca qui", potresti ottenere un numero elevato di clic, ma gli utenti resteranno delusi dalla pagina di arrivo. Devi tentare di tenere traccia delle conversioni da ciascuna variante dell'annuncio separatamente, in modo da eseguire l'ottimizzazione in base al numero di acquisti per impression piuttosto che in base al CTR. Di seguito riporto un esempio reale: alcuni anni fa eBay provò l'uso dell'inserimento dinamico di parole chiave in tre delle quattro righe del testo dell'annuncio. Analizzando l'annuncio in base al CTR, si è visto che le relative prestazioni hanno superato di oltre il 20% quelle di tutti gli altri annunci. Tuttavia, osservando i ricavi per impression, un annuncio con un messaggio relativo alla possibilità di trovare grandi offerte su eBay nella riga 1 della descrizione lo ha battuto offrendo prestazioni superiori di oltre il 20%, in quanto i clic generati erano più mirati e producevano un maggior numero di conversioni in acquisti. Sebbene richieda più lavoro rispetto all'ottimizzazione in base al CTR, l'ottimizzazione degli annunci in base ai ricavi per impression offre maggiori vantaggi.  Per effettuare questa operazione, puoi utilizzare ed inserire un id personalizzato univoco nell'URL di destinazione di ciascun annuncio su motore di ricerca. Quando il traffico generato da questo annuncio produce dei clic su un link eBay, passa questo stesso identificativo nel campo ID di rilevamento del link di rintracciamento di eBay Partner Network. Infine, utilizza il report Download transazioni per eseguire l'analisi.

Non perderti il mio post successivo, in cui fornirò alcuni suggerimenti su come ottenere ulteriori guadagni da questi clic migliorando l'ottimizzazione della pagina di arrivo.

Chris Howard Responsabile del team europeo di eBay Partner Network ed ex responsabile del team Search Engine Marketing di eBay UK

L'importanza di usare l'ID strumento corretto

L'ID strumento corrisponde alla parte del link di rilevamento di eBay Partner Network che identifica quale strumento stai utilizzando per indirizzare il traffico, indicando se si tratta di creatività, banner personalizzato, Generatore link, feed RSS o chiamata API. Sebbene l'ID strumento sia incluso nei link o nel codice creato nell'interfaccia di eBay Partner Network, di recente abbiamo notato che molti di voi non utilizzano l'ID strumento corretto. Anche se la presenza di un ID sbagliato non compromette il funzionamento dei link, è importante fornire quello giusto per due ragioni:

  1. Il report Strumento/Creatività può essere molto utile, soprattutto se hai molti banner o widget differenti sul tuo sito, poiché ti permette di identificare gli strumenti che offrono le migliori performance. Puoi trovare il report nella scheda Report nell'interfaccia di eBay Partner Network.
  2. Il team di eBay Partner Network utilizza i dati a livello di strumento per favorire l'ottimizzazione degli strumenti esistenti e prendere le decisioni migliori sullo sviluppo di strumenti e widget.

Per verificare se stai usando l'ID strumento giusto, dai un'occhiata al tuo link di rilevamento. Nell'esempio riportato di seguito l'ID strumento è evidenziato in rosso.

http://rover.ebay.com/rover/1/707-53477-19255-0/1?campid=12345678&customid=87654321&toolid=10001&mpre=encrypted destination URL

L'ID strumento deve corrispondere a quello dello strumento pertinente, a prescindere che si tratti di banner o widget. Nell'esempio riportato sopra, lo strumento utilizzato è il Generatore link. Se ti accorgi che stai utilizzando l'ID errato, devi correggere il tuo link di rilevamento e inserire lID corretto scegliendolo tra quelli elencati nella tabella alla fine di questo articolo.

Grazie in anticipo per le modifiche necessarie apportate ai tuoi link,

Il team di eBay Partner Network.

Categoria

Strumento

ID strumento

Link

Generatore link

10001

API

PlaceOffer

10006

API

GetSearchResults

10007

API

GetProducts

10008

API

GetSearchResultsExpress

10009

API

GetCart

10010

API

SetCart

10011

API

FindItems

10012

API

FindItemsAdvanced

10013

API

FindPopularItems

10014

API

FindPopularSearches

10015

API

FindProducts

10016

API

FindReviewsAndGuides

10017

API

GetSingleItem

10018

API

GetMultipleIItem

10019

API

GetUserProfile

10020

API

GetMyWorld

10023

API

FindHalfProducts

10025

Widget

eBay ToGo

10003

Widget

Editor Kit

10004

Widget

Generatore Feed RSS

10005

Widget

Banner personalizzato - beta

10026

Widget

Annuncio per rilevanza

10028

Widget

Feed dati

10029

Widget

Motors Widget

10030

NB: ogni banner ha un ID differente; utilizza il Generatore di creatività per trovare quello corretto.

Riflettori puntati su un publisher: StangNet.com

Michael Raburn ha lasciato l'esercito nel 1998 per dedicarsi ai sui hobby e alle sue passioni. Una di queste passioni era quella per la gloriosa Ford Mustang. Nel corso degli anni questa vettura ha collezionato infiniti stili personalizzati e il numero di appassionati è cresciuto a dismisura. Michael ha creato allora una delle più famose e autorevoli community online dedicate alla Ford Mustang. Verso la metà del 1998 Michael ha inaugurato StangNet.com e ha iniziato a mettere in contatto i fan della Mustang tramite recensioni tecniche, video, foto di auto con caratteristiche particolari, competizioni, concorsi, merchandising e contenuti interessanti. StangNet è considerata dalla Ford Motor una delle principali comunità di appassionati esistenti sul web. La società madre, Drive9 Media, ha creato anche blog, podcast e siti di community su altri argomenti.

m_raburn1-150x150

D: Perché hai scelto eBay Partner Network?

R: Sapevo che la comunità era molto interessata a sapere di più sulle varie modifiche che è possibile apportare alle auto per migliorarne le prestazioni e eBay offre un'ampia selezione di aziende che vendono parti aftermarket in grado di soddisfare le esigenze della nostra base di utenti. eBay offre molti più prodotti di nicchia per veicoli rispetto ad altri programmi di affiliazione.

D: Di quale percentuale delle tue commissioni globali è responsabile eBay Partner Network?

R: eBay Partner Network è responsabile dell'80% delle nostre commissioni di affiliazione e di circa il 15% di tutti i ricavi generati sul sito.

D: Da quanto tempo usi eBay Partner Network?

R: Abbiamo iniziato con eBay Partner Network (ePN) ai tempi di Commission Junction. Ma preferisco ePN. Gli strumenti e le analisi fornite mi consentono di raggiungere più facilmente i nostri utenti.

D: Come hai iniziato con il marketing di affiliazione?

R: Gestiamo StangNet ormai da oltre 10 anni. Abbiamo iniziato a lavorare con i programmi di affiliazione sul nostro sito nel 2001. Sempre più programmi stavano passando al Web e sapevamo, visto che il nostro era un sito di nicchia, di avere un'ottima opportunità per attirare utenti in cerca di prodotti e informazioni. Implementare programmi di affiliazione per i nostri utenti è stato semplice.

D: A che cosa partecipi (forum, blog, community) e perché?

R: Bazzico su Webmasterforums.com per approfondire le mie conoscenze nel settore. Posso trovarci molte informazioni utili; è un buon posto per sapere come vanno le cose.

D: Vuoi fornire agli altri affiliati un suggerimento su come migliorare le loro prestazioni su eBay Partner Network?

R: Provate sempre cose nuove e analizzate ciò che funziona e ciò che invece non funziona per trovare il metodo migliore. Più tempo passate ad apportare piccoli miglioramenti, maggiori saranno i possibili ricavi. Inoltre, riuscirete a migliorare l'esperienza degli utenti a lungo termine. Grazie, Michael!

Il Team di eBay Partner Network

Marketing tramite motore di ricerca - 1. Come selezionare e organizzare le parole chiave

È ormai noto che Chris Howard è a capo del team europeo di eBay Partner Network, ma non altrettanto risaputo che ha trascorso cinque anni a dirigere il team Search Engine Marketing di eBay UK. In questo articolo e nei post successivi condividerà alcuni suggerimenti importanti per ottimizzare il traffico diretato al vostro sito grazie al marketing tramite motore di ricerca. Quando parliamo con i publisher, una delle domande che ci viene posta più frequentemente riguarda il modo in cui si può migliorare la qualità del traffico inviato su eBay. Sebbene siano disponibili vari modi per ottenere questo miglioramento, uno dei metodi più efficaci è ottimizzare il traffico verso il proprio sito. Dato che il Marketing sui motori di ricerca (SEM, Search Engine Marketing) è una delle principali fonti di traffico dei siti Web dei nostri publisher, abbiamo colto questa opportunità per pubblicare nel blog alcune delle migliori strategie SEM. I suggerimenti comprendono le tecniche di base e alcune metodologie più avanzate, pertanto le informazioni fornite dovrebbero essere utili ai publisher con qualsiasi livello di esperienza SEM.

Ho suddiviso i suggerimenti in sei aree tematiche e in questa sezione tratterò il primo argomento. Gli altri seguiranno nel corso delle prossime settimane.

1.    Come selezionare e organizzare le parole chiave 2.    Come creare testi accattivanti per gli annunci 3.    Come creare e ottimizzare la pagina di destinazione 4.    Dove acquistare traffico 5.    Come decidere l'importo da spendere per il traffico 6.    Come ottimizzare il traffico per avere successo

1.  Come selezionare e organizzare le parole chiave

Uno degli aspetti più importanti per la conduzione di una campagna sui motori di ricerca è scegliere correttamente le parole chiave da acquistare. Per farlo, devi prendere in considerazione tre diversi elementi: la creazione dell'elenco di parole chiave, il targeting dell'elenco di parole chiave e l'organizzazione delle parole chiave per ottimizzare le probabilità di successo. Creazione dell'elenco di parole chiave

Il fattore più importante per compiere questa scelta è assicurarti di acquistare parole chiave che siano pertinenti al tuo sito. Le parole chiave non mirate ottengono generalmente un punteggio di qualità molto basso nei motori di ricerca. Ciò significa che, oltre a pagare un CPC minimo elevato per tali parole chiave, puoi ottenere un effetto negativo sulle prestazioni di parole chiave più mirate che stai acquistando. Sebbene tutti i motori di ricerca funzionino in modo leggermente diverso, nella maggior parte dei casi il punteggio di qualità delle parole chiave utilizzate da poco tempo viene assegnato in base alle prestazioni di altre parole chiave nello stesso gruppo di annunci o, se non sono disponibili dati sufficienti, di tutte le parole chiave nello stesso account. In altre parole, un numero elevato di parole chiave non mirate può compromettere tutte le altre iniziative SEM.

Quando crei l'elenco di parole chiave, assicurati di non utilizzare solo termini generici. Ad esempio, se il tuo sito offre recensioni su CD, non acquistare solo parole chiave come "recensioni CD". Parole chiave più articolate e specifiche, quali ad esempio, "recensioni album Green Day" o "recensioni CD 21st Century Breakdown", generano spesso un numero maggiore di conversioni e ricevono offerte da un numero inferiore di inserzionisti . Ciò significa che consentono di generare traffico a un CPC più basso.

Sono disponibili molti modi diversi per generare parole chiave di buona qualità che contribuiscono a indirizzare il traffico verso il proprio sito Web. Ecco alcuni dei nostri metodi preferiti: •    Se il tuo sito Web dispone della funzionalità di ricerca, verifica nei log delle query quali termini vengono cercati dagli utenti. Se viene utilizzata una parola chiave per effettuare una ricerca nel tuo sito Web, è probabile che un annuncio per il tuo sito presente su un motore di ricerca indirizzato su parole chiave identiche o simili creerà interesse negli utenti del motore di ricerca. •    Se nel tuo sito sono disponibili cataloghi prodotti, i nomi dei prodotti rappresentano spesso parole chiave efficaci. Allo stesso modo, se integri le inserzioni eBay direttamente nel tuo sito, puoi utilizzare i titoli delle inserzioni per generare termini pertinenti. •    Se controlli il traffico generato gratuitamente che viene indirizzato verso il tuo sito dai motori di ricerca, noto anche come traffico derivato dall'Ottimizzazione sui motore di ricerca (SEO, Search Engine Optimization), verifica quali parole chiave l'hanno generato. Queste parole chiave possono essere di grande valore anche nel SEM, specialmente se le ricerche non mostrano il tuo sito Web nella prima pagina dei risultati gratuiti. •    I motori di ricerca offrono vari strumenti per aiutarti a generare parole chiave pertinenti al tuo sito. Ad esempio, Google offre lo Strumento per le parole chiave che fornisce suggerimenti per le parole chiave in base ai termini generici inseriti (ad esempio, "recensioni CD") o ai contenuti delle tue pagine. Google offre inoltre il "Rapporto sul rendimento dei termini di ricerca", che mostra le query degli utenti che hanno generato un'impression per gli annunci basati sulle parole chiave (per ulteriori informazioni, consulta la sezione "Targeting dell'elenco di parole chiave"). •    Sono inoltre disponibili alcuni metodi per accedere ai dati relativi alle parole chiave con le prestazioni migliori su eBay per la tua area specifica. Ad esempio, le pagine Trend di eBay, Artisti più venduti, Parole chiave più cercate e Prodotti più richiesti forniscono tutte elenchi di parole chiave e di prodotti che gli utenti cercano e acquistano abitualmente su eBay. Per dati più dettagliati, Terapeak offre molte informazioni sulle parole chiave più efficaci su eBay per qualsiasi categoria di promozione. Targeting dell'elenco di parole chiave

Dopo aver scelto le parole chiave da acquistare, devi decidere il livello di corrispondenza tra la query di un utente sul motore di ricerca e la parola chiave che hai acquistato per consentire la visualizzazione dell'annuncio. In pratica, il Tipo di corrispondenza che desideri utilizzare. La maggior parte dei motori di ricerca offre tre Tipi di corrispondenza diversi per le parole chiave: corrispondenza generica, a frase ed esatta.

•    La corrispondenza generica è l'opzione predefinita. Se acquisti la parola chiave "recensioni CD", l'annuncio potrebbe essere visualizzato quando la query di ricerca di un utente contiene una o entrambe le parole "CD" e "recensioni" in qualsiasi ordine, possibilmente insieme ad altre parole. Ad esempio, una query di ricerca per "recensione CD Green Day" potrebbe generare un'impression per l'annuncio. •    La corrispondenza a frase viene selezionata inserendo la parola chiave tra virgolette, ad esempio, "recensioni CD". Poiché si tratta di una corrispondenza più mirata rispetto alla corrispondenza generica, l'annuncio può essere mostrato quando la ricerca include le parole "recensioni CD" nell'ordine dato, possibilmente insieme ad altri termini. Ad esempio, l'annuncio potrebbe essere attivato da una ricerca di "recensioni CD Green Day", ma non da una ricerca di "recensioni Green Day CD". •    La corrispondenza esatta viene selezionata inserendo la parola chiave tra parentesi quadre, ad esempio, [recensioni CD]. In questo esempio l'annuncio può essere attivato solo da un utente che cerca le parole "recensioni CD" nell'ordine dato, senza l'aggiunta di altre parole.

Ciascuno di questi tipi di corrispondenza ha dei pro e dei contro. Sebbene la corrispondenza generica assicura una copertura più ampia alle parole chiave e sia quindi in grado di generare più traffico verso il tuo sito rispetto alla corrispondenza a frase o esatta, il traffico ricevuto è probabilmente meno mirato, poiché l'annuncio può essere visualizzato per query meno pertinenti. Un modo per ridurre l'impatto di questo svantaggio per i tipi di corrispondenza generica e a frase è quello di utilizzare un altro tipo di corrispondenza, la corrispondenza inversa. Se inserisci le parole chiave precedute dal simbolo "-" nei gruppi di annunci o nelle campagne, puoi impedire che i tuoi annunci vengano attivati da query non pertinenti. Ad esempio, se il tuo sito offre attrezzatura da golf, acquisterai probabilmente la parola chiave "golf". In questo caso, è consigliabile aggiungere delle parole chiave a corrispondenza inversa quali "- campi" e "- volkswagen". Dovresti inoltre utilizzare la corrispondenza generica in abbinamento ai termini e condizioni del venditore. Ad esempio, quando acquisti le parole chiave per il tuo sito, dovresti sempre includere la parola "eBay" come corrispondenza inversa.

Al contrario, l'utilizzo della corrispondenza esatta genera volumi di traffico inferiori, ma il traffico ricevuto è più mirato. I ricavi che ottieni per ogni clic generato da una parola chiave a corrispondenza esatta tendono inoltre a essere più prevedibili, poiché sai in anticipo che cosa può aver digitato un utente nel motore di ricerca per attivare l'annuncio. Allo stesso modo, se inserisci la parola chiave acquistata nel testo dell'annuncio, le prestazioni di un annuncio a corrispondenza esatta sono in genere migliori di quelle di un annuncio a corrispondenza generica, poiché le parole utilizzate nell'annuncio corrispondono perfettamente alla query dell'utente. Ad esempio, se un utente effettua una ricerca di "recensioni CD", viene visualizzato un annuncio che contiene i termini "recensioni CD". Per ricevere alti livelli di traffico quando viene utilizzata la corrispondenza esatta, la creazione di un lungo elenco di parole chiave meno generiche è fondamentale. Un metodo utilizzato da molti inserzionisti è acquistare parole chiave più generiche per la corrispondenza generica a un CPC basso per generare nuove parole chiave più lunghe da acquistare per la corrispondenza esatta. Se il tuo sistema di monitoraggio lo supporta, ti consigliamo anche di monitorare le conversioni che derivano da ogni query che ha attivato uno dei tuoi annunci a corrispondenza generica o a frase e confrontarle con i clic ricevuti per ciascuna query nel Rapporto sul rendimento dei termini di ricerca. Queste informazioni ti consentono di comprendere quali query sono adatte per essere aggiunte alle parole chiave a corrispondenza esatta e quali dovrebbero essere aggiunte come parole chiave a corrispondenza inversa.

Organizzazione delle parole chiave

Una volta deciso quali parole chiave acquistare e quali tipi di corrispondenza utilizzare per le parole chiave, il passo successivo è quello di organizzare le parole chiave in un gruppo di annunci logico. Il modo in cui organizzi le parole chiave è importante per vari motivi. In primo luogo, la maggior parte dei motori di ricerca memorizza gli annunci a livello di gruppo di annunci. In pratica, ciò significa che il testo dell'annuncio che viene visualizzato è sostanzialmente lo stesso per tutte le parole chiave inserite nello stesso gruppo di annunci. Ad esempio, se hai un sito di intrattenimento diviso in due sezioni, CD e DVD, dovresti avere almeno due gruppi di annunci, uno per CD e uno per DVD, per poter ottimizzare il testo dell'annuncio in base alle parole chiave pertinenti.

Il secondo motivo per cui è importante organizzare le parole chiave in modo logico in gruppi di annunci deriva dal fatto che, come già accennato, la maggior parte dei motori di ricerca memorizza alcuni componenti del Punteggio di qualità di ogni inserzionista a livello di gruppo di annunci. Uno degli elementi principali su cui si basa il punteggio di qualità è la percentuale di clic (CTR, Click Through Rate) per gli annunci in tale gruppo. Poiché questo valore influisce sull'importo da pagare per clic per tutte le parole chiave nel gruppo di annunci, è importante raggruppare le parole chiave di argomento simile nello stesso gruppo di annunci in modo che il testo dell'annuncio sia quanto più mirato possibile. Ciò, infatti, aumenta il CTR, il punteggio di qualità e dovrebbe ridurre i CPC.

Il terzo motivo per cui è importante organizzare i gruppi di annunci è dato dal fatto che l'analisi dei dati a livello di gruppo di annunci può essere un modo utile e gestibile per esaminare le prestazioni del traffico. Se il SEM rappresenta una percentuale elevata di traffico verso il tuo sito, ti consigliamo di organizzare i gruppi di annunci SEM e le campagne di eBay Partner Network in strutture simili. In questo modo sarà molto più facile valutare quanto ti costa indirizzare il traffico verso il tuo sito e quindi su eBay Partner Network e quanto puoi guadagnare da questo traffico. Queste informazioni sono fondamentali per comprendere quali parole chiave dovresti continuare ad acquistare, oltre ad altri aspetti del Marketing sui motori di ricerca che tratteremo nei post nelle prossime settimane.

Chris Howard.

Rimozione della soglia dei pagamenti durante il mese di novembre 2009

Gentili partner, come promesso nel blog di luglio, rimuoveremo la soglia minima di nuovo per il mese di novembre.   I pagamenti effettuati a partire da mercoledì 25 novembre 2009 non avranno una soglia minima. Questo significa che se il vostro account eBay Partner Network è in regola, riceverete il pagamento completo del saldo in sospeso, anche se il saldo scoperto dovesse corrispondere a meno di 25 USD, CAD, EUR, GBP o AUD.

Nel mese di novembre 2010 rimuoveremo la soglia di pagamento di nuovo, per offrirvi un servizio migliore.

Come sempre, eBay Partner Network si riserva il diritto di sospendere temporaneamente il pagamento nel caso in cui un partner sia indagato per violazioni del Codice di condotta o dei Termini e condizioni per gli inserzionisti. In questo caso, il partner verrà contattato direttamente.

Grazie per la collaborazione. Il team di eBay Partner Network

Post di R.O.EYE: ottimizzazione delle integrazioni di banner personalizzati e API

James Skelland è il responsabile delle soluzioni tecniche di R.O.EYE, l'agenzia che supporta il team europeo nella gestione degli account nel Regno Unito e in Irlanda. James, che risiede a Manchester, nel nord-ovest dell'Inghilterra, collabora attivamente con i publisher di tutta l'Europa per aiutarli a ottimizzare i propri prodotti utilizzando l'API o il banner personalizzato. In questo post vengono proposti i suoi suggerimenti più importanti per aiutarti nelle attività di ottimizzazione.

Uno dei principali vantaggi dell'implementazione di API o di banner personalizzati è la possibilità di ricevere automaticamente dati in tempo reale sul tuo sito Web; quindi, una volta impostato il sito, potrebbe apparire superfluo continuare ad apportarvi modifiche. In realtà, poiché con il nuovo modello di pagamenti l'importo delle commissioni è determinato dalla qualità del traffico, è essenziale garantire che i visitatori che giungono sul tuo sito abbiano accesso a un'ampia scelta di inserzioni in corso pertinenti. Migliorare la ricerca può essere una questione di minuti e il vantaggio di mostrare un insieme di risultati più rilevanti può comportare un incremento significativo del tuo EPC.

La parola che conta è “rilevanza”; quindi in che modo puoi avere la certezza che i visitatori vedano le inserzioni più pertinenti? Il primo suggerimento è quello di esaminare i report disponibili nell'interfaccia di eBay Partner Network. Nel post dal titolo “Come ottimizzare il sistema Quality Click Pricing (QCP)” sono già trattate varie tecniche di ottimizzazione, quali la suddivisione delle campagne e l'utilizzo di report diversi per individuare le aree in cui è possibile apportare miglioramenti.

Se, ad esempio, dopo aver esaminato il report Download transazioni o il report Categoria in una campagna con banner personalizzati per telefoni cellulari, stabilisci che le conversioni riguardano i telefoni, e non gli accessori, puoi intraprendere azioni diverse.

1 – Miglioramento della ricerca tramite parole chiave negative e positive Livello: facile Si applica a: banner personalizzato/API L'aspetto più facile da esaminare è la ricerca effettiva per parole chiave. eBay fornisce una pratica tabella, disponibile in questa pagina, dove sono descritte alcune strategie intelligenti di inserimento dei termini di ricerca. Prova a effettuare l'accesso a ePN e a caricare il widget personalizzato. Seleziona un programma e un ID campagna e inserisci il termine di ricerca “nokia n95” (omettendo in tutti i casi le virgolette). Troverai numerosi accessori tra cui caricabatterie, custodie e batterie, quindi il primo aspetto da esaminare è la corrispondenza di parole chiave negative. Tutte le parole chiave che inserisci, precedute dal segno meno, verranno escluse dai risultati. Dai risultati visualizzati, scegli un paio di parole che vuoi escludere. In questo esempio verranno scelte le parole “caricabatterie” e “batteria”, quindi il risultato finale è “nokia n95 -caricabatterie–batteria” e il widget restituirà i risultati senza queste due parole.

Sono necessarie, tuttavia, più parole chiave negative. Le parole chiave multiple possono essere raggruppate utilizzando parentesi, ad esempio “nokia n95 -(custodia, caric*, cover, batteria, accessori, schermo, cavo, ecc.)”. Per caricabatteria ho utilizzato una forma abbreviata con asterisco; in questo modo caric* verrà associato ai termini "caricato", "caricabatteria", "carica" e così via. Puoi continuare ad aggiungere altre parole chiave negative fino a quando sarai soddisfatto dei risultati. Per ottenere risultati ottimali, le parole chiave negative devono essere utilizzate anche insieme ad altre parole chiave positive. In questo caso la parola “sbloccato” è molto frequente nei risultati relativi ai telefoni, quindi verrà aggiunta alla ricerca come parola chiave positiva. Utilizzando la seguente ricerca con parole chiave, nel banner verranno mostrate molte più inserzioni pertinenti: “nokia n95 sbloccato -(custodia*, caric*, cover, batteria, accessori, schermo, cavo)”.

2 – Utilizzo degli ID delle categorie pertinenti Livello: facile/medio Si applica a: banner personalizzato/API L'area successiva da esaminare è l'ID categoria. Utilizzando sia l'API che il banner personalizzato, è possibile stabilire che vengano mostrate solo le inserzioni di una categoria specifica. Nell'esempio riportato sopra, l'ID categoria dei telefoni cellulari è 3312 e, se lo inserisci nel campo ID personalizzato del banner personalizzato, potrai restringere i risultati limitandoli a questa categoria. Se, tuttavia, utilizzi il termine “nokia n95” con questo ID categoria, nei risultati verranno comunque visualizzati alcuni accessori, pertanto per ottenere corrispondenze più pertinenti, l'associazione della categoria deve essere combinata con la corrispondenza per parole chiave. In altre categorie, ad esempio quelle relative ai ricambi e agli accessori dei veicoli, è possibile specificare gli ID delle categorie fino alla marca del veicolo o a quella del GPS; esiste, ad esempio, una categoria riservata esclusivamente ai manuali per le officine Peugeot!

Se scegli il banner personalizzato, puoi utilizzare il menu a discesa per trovare gli ID delle categorie. Se scegli l'API, gli ID delle categorie per l'Italia sono disponibili in questa pagina e per visualizzare gli ID relativi agli altri paesi, sostituisci a "it" l'estensione relativa al sito eBay del tuo paese.

3 – Associazione delle categorie di eBay al tuo sito Livello: medio/difficile Si applica a: banner personalizzato/API La modifica della stringa di ricerca e dell'ID della categoria è efficace per un numero di pagine limitato, ma non è possibile per i siti di maggiori dimensioni che utilizzano l'inserimento di parole chiave dinamiche per effettuare chiamate in più pagine. Una possibilità è quella di definire una tabella che associa la struttura delle categorie del sito a quella di eBay. Potresti anche includere una terza colonna nella tabella con parole chiave a corrispondenza negativa che vuoi includere nella ricerca. Questa tabella è poi utilizzabile come riferimento per inserire l'ID della categoria appropriato nella ricerca, in base alla pagina del sito in cui si trova il visitatore.

4 – Ricerca in più categorie Livello: difficile Si applica a: API Un aspetto finale da considerare: se hai applicato un filtro in base all'ID della categoria per ottenere una corrispondenza migliore, potresti includere più categorie nella ricerca. Se, ad esempio, hai un sito sui computer Apple e non vuoi che gli accessori vengano mostrati, non è consigliabile utilizzare la metacategoria dei computer e dei componenti Apple. Le due categorie secondarie dei desktop Apple e dei portatili e notebook Apple, invece, sono molto più pertinenti. Per mostrarle, crea una chiamata API distinta per ciascuna categoria, quindi confronta i risultati.

Tutti questi suggerimenti sono applicabili con una certa facilità, ma resteresti sorpreso a sapere quanti publisher non ottimizzano le proprie inserzioni in corso. Mi auguro che questo post richiami l'attenzione nella giusta direzione. In base alla mia esperienza personale con i publisher ai quali ho prestato aiuto nelle attività di ottimizzazione, posso affermare che la sostituzione di inserzioni non desiderate con oggetti più pertinenti nei risultati offre considerevoli possibilità di aumentare l'EPC.

James Skelland, responsabile delle soluzioni tecniche, R.O.EYE

eBay Partner Network: procedure e raccomandazioni

Con il Quality Click Pricing è più importante che mai ottimizzare continuamente il traffico per aumentarne la qualità e quindi le commissioni.  Come abbiamo accennato nel post precedente, pubblicheremo una serie di post con consigli su come migliorare la qualità del traffico.  Alcuni di questi post sono già disponibili online e gli altri seguiranno a distanza di una settimana l'uno dall'altro.  Gli argomenti che tratteremo sono riportati sotto. Ringraziamo tutti coloro che hanno contribuito a creare questa lista di argomenti con le loro idee nel Forum o tramite commenti nel Blog.  Questo post conterrà i link a tutti gli articoli via via che saranno aggiunti, quindi salvatelo nei preferiti in modo da averlo a portata di mano in futuro.

Argomento

Stato

Scegli il modello di business più appropriato.

 

Quali sono i modelli di business più efficaci?

Prossimamente

Come scegliere una nicchia per il tuo sito di contenuti

Disponibile - leggi articolo

Fonti di traffico

 

SEO - Consigli di Wil Reynolds

Disponibile – articolo 1, articolo 2, articolo 3

SEM - Come ottimizzare le parole chiave a cura del team interno di eBay

Disponibile la prossima settimana

Come creare un'esperienza positiva per gli utenti

 

Come sviluppare testi interessanti

Prossimamente

Come ottimizzare testi per SEO

Prossimamente

Come offrire i servizi desiderati dagli acquirenti

Prossimamente

Come utilizzare il marchio eBay

Prossimamente

Integrazioni

 

Quali integrazioni funzionano meglio?

Prossimamente

Come mostrare le inserzioni più rilevanti tramite API o banner personalizzati

Disponibile questa settimana

Come fare apparire le inserzioni migliori

Prossimamente

Ottimizzazione creativa

Prossimamente

Ottimizzazione della pagina di destinazione

 

Geo-targetizzazione

Disponibile - leggi articolo

Dove mandi il traffico di paesi in cui non esiste il sito?

Prossimamente

A quale pagina di destinazione mandi il traffico?

Prossimamente

Ottimizzazione

 

Come usare gli ID campagna

Disponibile - leggi articolo

Quali statistiche e report devi usare per l'ottimizzazione?

Disponibile - leggi articolo

Come testare nuovi approcci e valutare i cambiamenti

Disponibile - leggi articolo

Pianificazione delle vacanze

Disponibile la prossima settimana

Come ottimizzare il sistema Quality Click Pricing (QCP)

Spesso ci è stato chiesto in che modo i publisher possono ottimizzare i propri siti per il sistema Quality Click Pricing (QCP) e quali dati devono utilizzare a questo scopo. Sebbene l'algoritmo del sistema Quality Click Pricing (QCP) non possa essere reso noto, la maggior parte degli elementi che lo costituiscono è già disponibile nei report di eBay Partner Network. Questo articolo illustra le varie tecniche e modalità di gestione dei dati per aiutarti a capire meglio come ottimizzare il traffico e incrementare così i tuoi guadagni. L'importanza degli ID campagna

Poiché l'EPC viene calcolato a livello di campagna, è molto importante che l'attività venga suddivisa in campagne diverse in modo da poter visualizzare l'EPC per ciascun segmento di traffico inviato a eBay e scegliere, di conseguenza, le attività di ottimizzazione da effettuare.

Puoi farlo in diversi modi: • Per sito, se ne hai diversi • Per posizionamento • Per strumento • Per categoria • Per gruppo di parole chiave, se acquisti traffico basato su ricerche a pagamento

I publisher che utilizzano la ricerca a pagamento per indirizzare traffico verso i propri siti considerano molto utile questa suddivisione in quanto consente loro di confrontare facilmente l'importo pagato a un motore di ricerca per un gruppo di parole chiave con l'EPC guadagnato.

Una volta suddivisa la tua attività in campagne, ti consigliamo di non modificarle con una frequenza eccessiva poiché quando avvii una nuova campagna, per alcuni giorni potresti riscontrare un lieve cambiamento nell'EPC complessivo dovuto ai tempi di creazione di una base di dati storici sufficiente. Per lo stesso motivo, se sei un nuovo utente di eBay Partner Network, ti consigliamo di impostare le campagne già dall'inizio per evitare di doverlo fare in un secondo momento. Inoltre, verifica che le campagne non siano eccessivamente piccole; per ottenere la massima accuratezza dei dati, fai in modo che il volume sia superiore a 100 clic al giorno. Per ulteriori informazioni sulle campagne con volumi bassi, vedi la domanda più frequente numero 29.

Utilizzo dei report

Sono disponibili numerosi report che mostrano le tue performance in modi leggermente diversi. Per vedere un riepilogo, vai al report Giornaliero dove potrai trovare l'EPC per programma. Per avere un quadro più dettagliato delle performance del traffico, controlla l'EPC a livello di campagna.

Anche se l'EPC è il parametro più importante ai fini dell'ottimizzazione, possono essere utili anche i seguenti parametri: • Tasso di conversione dal clic alla vendita (calcolato dividendo il numero di offerte vincenti per il numero di clic) • Tasso di conversione dal clic al nuovo utente registrato attivo (ACRU) (calcolato dividendo il numero di ACRU per il numero di clic) • Ricavo per clic (calcolato dividendo i ricavi delle offerte vincenti per il numero di clic)

Per quanto sia utile tenere d'occhio l'EPC giornaliero, per avere un'idea più precisa dell'EPC ti consigliamo di esaminare i dati per un periodo più lungo prima di decidere quali modifiche apportare. Questo perché, soprattutto per i publisher con volumi di vendita bassi, possono verificarsi fluttuazioni giornaliere; inoltre, se sei un nuovo publisher, la creazione di dati storici richiede tempo.

Report Categoria

L'algoritmo del sistema Quality Click Pricing (QCP) ha lo scopo di remunerare in base agli utenti interessati a fare acquisti su eBay, indipendentemente dal fatto che l'interesse riguardi una specifica categoria correlata al sito di un affiliato o eBay in generale. Pertanto, se hai un sito di nicchia e non un generico sito di acquisti, la categoria in cui effettuano acquisti gli utenti che invii a eBay è un buon indicatore della qualità dei tuoi clic. Se, ad esempio, hai un sito sulla pesca che effettua conversioni principalmente nella categoria eBay corrispondente, è probabile che il traffico sul tuo sito sia già altamente mirato. Se, invece, lo stesso sito effettua vendite che vengono convertite nelle categorie Libri, DVD e Abbigliamento, potrebbero essere necessari ulteriori interventi di ottimizzazione. Si tratta di un aspetto importante perché il tempo che intercorre tra il clic e l'acquisto costituisce un elemento significativo del sistema Quality Click Pricing (QCP) e a un traffico più mirato corrisponde un tempo tra il clic e l'acquisto presumibilmente più breve.

Per vedere le categorie in cui i tuoi utenti fanno acquisti, puoi utilizzare il report Categoria, disponibile nell'interfaccia. Puoi anche vedere i dati a livello di campagna, opzione utile per i publisher che gestiscono numerosi siti di nicchia o che hanno un solo sito con numerose categorie, a condizione che le relative attività siano suddivise in campagne diverse. Puoi vedere la suddivisione dei dati in base a numerosi parametri diversi; tuttavia, poiché il componente principale dell'algoritmo è costituito dai ricavi delle offerte vincenti, il report Categoria è probabilmente il modo più utile per visualizzare i grafici.

Per ulteriori informazioni sul report Categoria, accedi al Manuale dell'utente, seleziona Reportistica, quindi Report di riepilogo e infine Riepilogo per categoria.

Analisi più avanzate – Report Download transazioni

Per ottenere il maggior numero possibile di informazioni sulle prestazioni del tuo traffico, esamina il contenuto del report Download transazioni. Il report ti offre informazioni dettagliate sui singoli eventi che si sono verificati a seguito dell'invio del traffico, inclusi CRU, offerte, acquisti Compralo Subito, offerte vincenti/acquisti Compralo subito e ricavi delle offerte vincenti. Puoi anche vedere i dati a livello di campagna, opzione utile per i publisher che gestiscono numerosi siti di nicchia o che hanno un solo sito con numerose categorie, a condizione che le relative attività siano suddivise in campagne diverse.Puoi anche inserire un ID personalizzato all'interno del tuo link con tracking, in modo che venga visualizzato nel report. Questa scelta potrebbe rivelarsi particolarmente utile se il traffico indirizzato al tuo sito proviene da ricerche a pagamento e vuoi utilizzare un ID che sia associato alla parola chiave acquistata. L'utilizzo di ID personalizzati può contribuire anche ad ottimizzare campagne il cui traffico non è sufficiente per ricevere un EPC individuale.

L'informazione più importante del report, almeno in relazione all'ottimizzazione dell'EPC, è probabilmente il timestamp del clic e la data dell'evento, specialmente quando vengono utilizzati insieme all'importo dei ricavi delle offerte vincenti. Nel sistema Quality Click Pricing (QCP) attribuiamo alle vendite più vicine alla data dei clic un valore maggiore rispetto a quelle che si verificano verso la fine del periodo di durata dei cookie, pari a 7 giorni. Osservando il timestamp del clic e la data dell'evento, saprai entro 24 ore quanto tempo è stato necessario affinché il clic si convertisse in vendita. Se poi ordini i report per campagna o per ID personalizzato, puoi calcolare l'importo dei ricavi delle offerte vincenti che sono avvenute nelle prime 24 ore successive al clic, per campagna o ID personalizzato. Questi dati, insieme a quelli dell'EPC giornaliero indicati nel report Per campagna, sono estremamente efficaci ai fini dell'ottimizzazione. Se vuoi approfondire questo aspetto, ti consigliamo di effettuare la stessa prova utilizzando l'ID di una metacategoria o di una categoria secondaria per restringere i dati in modo da visualizzare le categorie che generano i ricavi più elevati nelle prime 24 ore.

Per accedere al report Download transazioni, vai alla scheda Report, seleziona il report Download transazioni ed evidenzia il pulsante Scarica tutti gli eventi. Per ulteriori informazioni, accedi al Manuale dell'utente, seleziona Report e poi Download transazioni.

Verifiche

Dopo aver valutato le campagne e identificato le aree che vuoi migliorare, puoi apportare le modifiche. Prima di trarre conclusioni sull'efficacia di una modifica, ti consigliamo di attendere che l'EPC si stabilizzi. Quando utilizzi approcci totalmente nuovi, è preferibile impostare una nuova campagna invece di utilizzare un ID esistente e iniziare inviando solo un numero di clic basso, ma mai inferiore a 100. In questo modo, se la nuova attività non produce risultati soddisfacenti, non avrai diluito eccessivamente l'EPC del programma complessivo.

Se disponi degli strumenti necessari per effettuare un AB test, ti consigliamo vivamente di utilizzarla quando apporti le modifiche. Diversamente, se hai più siti o un solo sito con molte categorie, un'ottima alternativa è quella di apportare la modifica prima in un solo sito o categoria e successivamente, se si verifica un aumento dell'EPC, di estenderla al resto delle categorie o dei siti. Se ciò non è possibile, effettua delle verifiche preliminari e successive; in altre parole, valuta l'EPC prima e dopo aver apportato le modifiche, per valutare la differenza. Quando utilizzi la verifica per sito, per categoria oppure la verifica preliminare e successiva, rettifica i risultati tenendo conto di eventuali fattori esterni che possono influire sulle prestazioni, ad esempio variazioni stagionali come i picchi di vendita del periodo natalizio. Inoltre, assicurati di non aver apportato altri cambiamenti sul sito, incluse le fonti di traffico, in quanto tali modifiche potrebbero falsare i risultati.

Riepilogo

Per alcuni aspetti le tecniche di ottimizzazione appena descritte sono simili a quelle proposte ai singoli publisher. Tuttavia, considerando l'elevato numero di publisher, molti dei quali stanno ricevendo guadagni notevolmente maggiori con il sistema Quality Click Pricing (QCP) rispetto al precedente modello CPA, siamo sicuri che esistono molti altri metodi per analizzare i dati e migliorare l'EPC.

Dal 1 Ottobre collegare gli account per pubblicare messaggi sul forum.

Ciao a tutti,a partire dal 1° ottobre, per pubblicare messaggi sul Forum di eBay Partner Network gli utenti devono avere un account attivo.  Stiamo effettuando questo cambiamento su richiesta della maggior parte degli inserzionisti.

Abbiamo constatato che limitando l'accesso al Forum solo agli utenti attivi, le discussioni sono più costruttive e interessanti.  Inoltre, quando gli inserzionisti segnalano problemi specifici, possiamo dare risposte più efficaci se siamo in grado di controllare i loro account.

Collegare gli account è facile.  Basta collegare l'ID utente di eBay all'account di eBay Partner Network.  Nel Pannello di controllo, è possibile cliccare su Account, quindi scegliere Informazioni azienda.  Poi basta cliccare sul link Collega account eBay e seguire le istruzioni.

Inoltre, ora è possibile registrare più utenti per un singolo account.  Si può creare un nuovo utente cliccando sulla scheda Account, selezionando Utenti e quindi Crea nuovo utente.  Questa nuova funzionalità consente di collegare un ID utente eBay ad ogni nuovo utente creato per l'account.  Di seguito potete trovare le istruzioni su come collegare più ID utenti eBay a un singolo account con più utenti.

Nel Pannello di controllo, basta cliccare sulla scheda Account e quindi su Impostazioni personali. Per registrare l'ID utente eBay basta cliccare su Collega account eBay ed effettuare l'accesso utilizzando l'ID utente eBay che si desidera utilizzare nel Forum. Se avete già fornito l'ID utente eBay nella sezione Informazioni azienda, questo sarà automaticamente collegato all'utente principale del vostro account e potrà essere utilizzato nel Forum.

Grazie per la collaborazione!

Cordiali saluti, Il Team eBay Partner Network

Metriche disponibili dopo il lancio del Quality Click Pricing

Dal 1° ottobre 2009 il modello di remunerazione per gli affiliati attivi su eBay Partner Network è quello del Quality Click Pricing. Tale cambiamento è valido per tutti i programmi di affiliazione eBay  e implica una maggiore standardizzazione a livello globale. Ad ogni modo abbiamo ritenuto fosse necessario fornire ai nostri affiliati il maggior numero possibile di metriche utili all'ottimizzazione delle loro campagne di marketing.

A tal fine vi elenchiamo di seguito le principali metriche disponibili per tutti gli affiliati all'interno della sezione "Report" nell'interfaccia utente dal 1° ottobre 2009:

  1. Clic - tale metrica include il numero di clic effettuati dagli utenti su posizionamenti e promozioni eBay sul sito affiliato.
  2. CRU - questo numero rappresenta il conteggio dei nuovi utenti registrati a seguito di un clic su posizionamenti e promozioni eBay sul sito affiliato.
  3. ACRU - questa metrica indica il numero di nuovi utenti che si registrano e attivano tramite un'offerta o un acquisto a seguito di un clic su posizionamenti e promozioni eBay sul sito affiliato.
  4. Prima offerta/Compralo subito - questo numero rappresenta il conteggio delle prime azioni di offerta o di acquisto compiute da utenti a seguito di un clic su posizionamenti e promozioni eBay sul sito affiliato; non include i successivi potenziali rilanci o acquisti.
  5. Offerta/Compralo subito - questo numero rappresenta il conteggio totale delle azioni di offerta o di acquisto compiute da utenti a seguito di un clic su posizionamenti e promozioni eBay sul sito affiliato.
  6. Offerte vincenti - questa metrica indica,  sul totale offerte/compralo subito, le offerte che hanno consentito agli acquirenti di aggiudicarsi un'asta sul sito eBay e gli acquisti a prezzo fisso (in questo caso ovviamente ogni acquisto a prezzo fisso é di per se vincente in quanto non esiste il meccanismo d'asta).
  7. Ricavo offerte vincenti - questo valore monetario indica l'ammontare di ricavi generati dal sito affiliato per eBay attraverso le offerte vincenti e gli acquisti a prezzo fisso. Questa metrica é un perfetto indicatore del valore generato dal sito affiliato per eBay ed é una percentaule, variabile da paese a paese e in funzione delle tariffe eBay, del GMB.
  8. GMB - questo valore monetario, che é un acronimo per l'espressione in lingua inglese "Gross Merchandise Bought", non é altro che l'ammontare totale di acquisti generati dal sito affiliato. Include prezzo di acquisto e costi di spedizione per gli oggetti acquistati.
  9. EPC - questo secondo valore monetario, che é un acronimo per l'espressione in lingua inglese "Earnings Per Click", indica l'ammontare di guadagni per ogni singolo click generato dal sito affiliato per eBay e che viene determinato dal sistema del Quality Click Pricing in base alla qualità del traffico stesso. L'EPC é stabilito su base quotidiana a livello di singola campagna, ma per i report che includono più giorni o più campagne l'EPC totale é il risultato di una media ponderata dei due fattori.
  10. Commissioni - quest'ultima metrica, che rappresenta i guadagni totali per il sito affiliato, é il risultato della moltiplicazione di clic ed EPC.

Tutte le metriche usate in precedenza non saranno più disponibili nell'interfaccia utente.

Ricordiamo infine che la durata dei cookie dopo il clic é di 30 giorni per CRU ed ACRU e 7 giorni per le altre metriche descritte precedentemente nei punti 4-8.

Buon lavoro!

Il team di Affiliazione eBay

eBay Partner Network e Widgetbox hanno avviato la collaborazione per gli RSS Feed Widget

Ciao a tutti, eBay Partner Network ha iniziato a collaborare con Widgetbox per offrirvi la possibilità di creare widget personalizzati da qualsiasi Feed RSS eBay . A partire da mercoledì 9 Settembre alle 2 pm PST, nella scheda Strumenti di eBay Partner Network sarà disponibile una nuova funzionalità che vi consentirà di trasformare il Feed RSS da voi creato in un widget personalizzabile tramite Blidget e Blidget Pro di Widgetbox.

Con un solo clic potrete accedere al Blidget Editor direttamente dal Generatore Feed RSS di eBay Partner Network e creare un Blidget personalizzato in un batter d'occhio. Potrai scegliere diversi layout, sfondi, stili, colori e intestazioni. E per una personalizzazione ancora più avanzata potrete usare la versione Pro! La nuova funzionalità sarà disponibile in tutti i programmi di eBay Partner Network in tutti i paesi.

blidget-pro-de-widgetbox 

Cosa devi fare? Molto semplice:

1) Crea un account: devi avere un account per Widgetbox, e uno per eBay Partner Network . 2) Imposta il Feed RSS: in eBay Partner Network, vai alla scheda Strumenti e clicca sulla sezione Widget. Nel Generatore RSS, inserisci tutte le informazioni necessari e clicca sul link Crea RSS. 3) Crea un Blidget: una volta creato il link, clicca sul link accanto a URL Widget per trasformare il tuo Feed RSS in un widget che puoi personalizzare in Widgetbox. Andrai sulla pagina Widgetbox per completare le impostazioni.

Buona fortuna!

  Il team di eBay Partner Network

Suggerimenti e consigli sugli URL di provenienza

Come specificato in alcuni post recenti, stiamo cercando di migliorare la trasparenza e l'accuratezza degli URL di provenienza relativi al traffico inviato tramite i link di eBay Partner Network. L'URL di provenienza è l'indirizzo della pagina in cui l'utente si trova quando clicca su un link. In altre parole, se un utente si trova nella Pagina A e clicca su un link per passare alla Pagina B, l'URL di provenienza è l'indirizzo della Pagina A. Per noi è importante sapere su quali siti appaiono gli annunci eBay in modo da avere un quadro completo per la valutazione della qualità del traffico inviato da ciascun publisher.

Ti chiediamo, pertanto, di verificare che i tuoi siti Web o gli strumenti che utilizzi inviino URL di provenienza corretti a eBay quando il traffico viene indirizzato tramite link affiliati.

Per semplificare questo processo, scriveremo una serie di post utili per far sì che vengano inviati di URL di provenienza corretti quando gli utenti cliccano sui tuoi link.

Il primo post sarà dedicato ai suggerimenti per alcuni casi di utilizzo che possono causare URL di provenienza sconosciuti. Inoltre, verranno descritti alcuni strumenti che puoi utilizzare per verificare l'accuratezza degli URL di provenienza inviati.

1.    I browser non possono inviare un URL di provenienza da un server HTTPS a un server HTTP. Quindi, se il tuo sito HTTPS contiene link a eBay, il referrer verrà rimosso. Puoi modificare manualmente i link in modo che utilizzino HTTPS oppure utilizzare lo script urchin.js di Google Analytics per modificare i link dei clic da HTTP in HTTPS. In alternativa, puoi provare a posizionare i link affiliati solo in parti non HTTPS dei tuoi siti.

2.    In alcuni browser l'apertura di una nuova finestra con un comando Javascript (ad esempio window.location.href o window.open) provoca l'eliminazione dell'URL di provenienza. Invece di utilizzare Javascript per aprire una nuova finestra, usa l'elemento href del tuo link con target=”_blank” per aprire il link eBay e utilizza un evento onclick per qualsiasi comportamento che vuoi associare al clic effettuato sul link (incluso il monitoraggio dei clic, che verrà descritto di seguito).

Ecco un link di esempio: <a href=”http://www.ebay.com” onclick=”myFunction();” target=”_blank”>eBay Link</a>.

3.    Per svariati motivi, alcuni publisher effettuano il link a una pagina intermedia (ad es. http://www.mysite.com/redirect.php?location=www.ebay.com) prima di inviare l'utente a eBay. Ciò può causare due problemi: 1) può comportare l'eliminazione dell'URL di provenienza e 2) fa apparire uguali tutti gli URL di provenienza inviati. Per utilizzare una pagina intermedia in modo corretto, applica un reindirizzamento 301 alla pagina per reindizzare gli utenti a eBay. Puoi quindi utilizzare una delle tecniche descritte di seguito per verificare che l'URL di provenienza venga inviato dopo il reindiizzamento.

4.    Molti publisher utilizzano Google Analytics per monitorare l'attività del proprio sito, ma alcune implementazioni causano l'eliminazione degli URL di provenienza. Il modo migliore di impostare il monitoraggio di Google Analytics consiste nell'utilizzare l'elemento href del tuo link per aprire il link eBay e nell'utilizzare un evento onclick per attivare le chiamate di monitoraggio di Google Analytics.

Ecco un esempio:

5

5.    Abbiamo identificato quattro strumenti con i quali i publisher possono verificare che l'URL di provenienza venga inviato, ma le opzioni disponibili sono molto più numerose. •    HttpWatch (plugin per IE e Firefox). Per iniziare a utilizzare HttpWatch, segui le fasi descritte di seguito:

1 234

•    Live HTTP Headers (plugin solo per Firefox) •    Su Oxford Journals è disponibile una pagina che consente di vedere il referrer inviato (istruzioni disponibili all'indirizzo http://www.oxfordjournals.org/help/techinfo/ipcheck.html). Se reindirizzi il link a questa pagina invece che a eBay, puoi verificare se stai inviando un URL di provenienza. •    Puoi effettuare il reindirizzamento alla tua pagina di test invece che a eBay e verificare la presenza del referrer nei registri del server. Controlla gli aggiornamenti per scoprire le ulteriori raccomandazioni su come migliorare la trasparenza.

Il team di eBay Partner Network

Guida introduttiva al mercato tedesco

Oggi abbiamo inaugurato quattro nuovi programmi su eBay Partner Network, il più importante dei quali è collegato al sito tedesco, eBay.de.  Ti invitiamo a promuovere il sito tedesco, che è il sito eBay più grande dopo quello statunitense e offre pertanto grandi opportunità di guadagnare ulteriori commissioni.  Per aiutarti, abbiamo creato una Guida introduttiva al mercato tedesco, che offre alcune notizie interessanti e divertenti (alcune più utili di altre!) sul paese e sul sito, nonché alcuni suggerimenti per avviare campagne di affiliazione di successo per eBay in Germania.  Infine, ricorda che il programma tedesco inaugurerà il modello di pagamento Quality Click Pricing. 10 cose da sapere sulla Germania

  1. Con oltre 82 milioni di abitanti, la Germania è il secondo paese più grande in Europa (dopo la Russia) e uno dei 14 paesi più  grandi al mondo, il che significa che un grande bacino di utenti che potrebbe visitare il tuo sito affiliato.
  2. La lingua ufficiale è il tedesco.  Si tratta di un'informazione ovvia, ma forse non sai che il tedesco è parlato da 105 milioni di persone tra Germania, Austria e Svizzera, quindi la traduzione dei tuoi siti è sicuramente un investimento che vale la pena fare.
  3. Il PIL nel 2008 è stato di 2,9 trilioni di euro, il 5° al mondo per ordine di importanza, e la popolazione tedesca ha uno standard di vita molto elevato, con un alto reddito disponibile da spendere su siti come eBay.
  4. Dal 2002 la valuta in circolazione in Germania è l'euro, che è la seconda valuta di riserva più importante a livello mondiale e ha notevolmente semplificato le transazioni internazionali in Europa, fatto positivo perché la Germania è il più grande esportatore a livello mondiale.
  5. La capitale è Berlino ma, a differenza di molti paesi europei, la Germania conta numerose altre grandi città, 12 delle quali con una popolazione di oltre 500.000 persone, quindi i siti affiliati che promuovono inserzioni eBay locali possono ottenere risultati eccellenti in questo paese.
  6. 55 milioni di persone, circa il 67% della popolazione, sono utenti Internet e la diffusione della banda larga è molto elevata.
  7. Una curiosità: in molte autostrade tedesche non sono previsti limiti di velocità.
  8. I tedeschi rispondono al telefono con il cognome, invece di dire "pronto".
  9. Il tedesco medio consuma 30 chili di salsicce all'anno, pari alla metà del suo consumo di carne annuo.  Le salsicce possono essere perfino acquistate sul sito eBay.
  10. I tedeschi amano a tal punto la birra da aver coniato l'espressione: “Das ist nicht mein Bier”“Das ist nicht mein Bier”, che significa "Non è affar mio!"

5 notizie su eBay in Germania*

  1. eBay.de è il sito di commercio elettronico più importante della Germania, con 21 milioni di visitatori occasionali e oltre 14,5 milioni di utenti attivi.
  2. Sul sito sono disponibili, in qualsiasi momento, oltre 30 milioni di inserzioni.
  3. L'utente eBay tedesco medio trascorre oltre 2 ore al mese su eBay, che rappresenta ben il 12,6% del tempo totale dedicato alla navigazione in Internet!
  4. Nel periodo tra aprile 2008 e marzo 2009 i venditori professionali tedeschi hanno effettuato transazioni per oltre 3,1 miliardi di euro su eBay.de.
  5. Il sito tedesco è stato fondato nel 1999 e ha celebrato il suo 10° anniversario quest'anno.

(*Nielsen/NetRatings, luglio 2009, uso domestico e professionale)

3 suggerimenti per la promozione di eBay in Germania

  1. Ricorda di utilizzare la funzionalità di Geo-targeting, che consente allo strumento o alla creatività di rilevare il paese di appartenenza dell'utente che visita il tuo sito e di mostrare le inserzioni del sito eBay più appropriato.  Si tratta di un aspetto particolarmente importante per i siti in tedesco, che potrebbero essere visitati da molti acquirenti dell'Austria e della Svizzera, oltre che della Germania.
  2. Invece del banner personalizzato, in Germania e in Austria viene utilizzato lo strumento Annuncio per rilevanza, disponibile nella sezione Strumenti dell'interfaccia di eBay Partner Network.  Analogamente al banner personalizzato, mostra le inserzioni in corso e offre vari formati e modelli tra cui scegliere per personalizzare l'aspetto del widget.  È disponibile anche un'opzione contestuale, in base alla quale il widget mostra solo le inserzioni più rilevanti al contenuto del sito.
  3. In Germania, come negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Australia, il sito eBay offre inserzioni a prezzo fisso per prodotti di grande valore, oltre ad aste online settimanali il cui prezzo di partenza è di 1 euro, alla pagina WOW! Angebote.   Presto sarà anche disponibile una creatività dinamica molto simile a quella per gli Stati Uniti, che faciliterà la promozione delle offerte.

Per ulteriori informazioni sul nuovo programma tedesco, il team europeo di eBay Partner Network sarà presente a DMEXCO, a Colonia, il 23 e il 24 settembre con relatori inglesi e tedeschi.  Inoltre, se hai suggerimenti, ti invitiamo a condividerli con gli altri utenti pubblicando i tuoi commenti su questo post. Mit besten Grüßen

Consigli per compilare al meglio la tua richiesta di iscrizione

Ciao a tutti, poichè  molti di voi si preparano a migrare le proprie campagne dai nostri programmi di affiliazione presenti su TradeDoubler a eBay Partner Network, abbiamo pensato che questo sia il momento migliore per darvi alcuni suggerimenti e consigli su come completare il modulo di l’iscrizione a  eBay Partner Network.

Prima di iniziare, si deve essere consapevoli del fatto che le informazioni inserite nel modulo di iscrizione sono assolutamente fondamentali per determinare se la vostra domanda verrà accettata. È quindi importante prendersi il tempo necessario per compilare la domanda nella maniera più completa e con la massima precisione possibile.

La prima cosa che vi verrà chiesto di fare quando si compila il modulo di domanda  a eBay Partner Network è quello di leggere e accettare l'accordo di eBay Partner Network; il codice di condotta di eBay Partner Network; e le regole sulla privacy di eBay Partner Network . Questi termini e condizioni regolano ciò che è concesso su eBay Partner Network e ciò che non lo è, ad esempio il modo in cui si promuove eBay. Anche se la tentazione potrebbe essere quella di non leggere attentamente termini e condizioni, si deve assolutamente evitare di non farlo, in quanto la loro lettura vi consentirà di capire se il vostro sito web è conforme a tali norme.

Il passo successivo è quello di inserire le informazioni di contatto. E' fondamentale inserire un contatto valido nel vostro modulo di domanda. Pur comprendendo la riservatezza  che molti affiliati hanno per la privacy, abbiamo bisogno di informazioni precise da tutti gli editori, in modo che possiamo contattarvi in caso di eventuali problemi. L’immissione di false informazioni in questa sezione comporta infatti il rifiuto della vostra domanda d’iscrizione a eBay Partner Network! Se l'indirizzo email che avete utilizzato per la registrazione al programma eBay su affilinet o TradeDoubler è ancora valido, vi consigliamo di utilizzare lo stesso indirizzo in modo da poter associare più facilmente al vostro nuovo account su eBay Partner Network eventuali promozioni accordate da eBay in passato.

Sulla stessa pagina, vi sarà anche chiesto di inserire una descrizione della vostra attività. Non é obbligatorio possedere un’azienda o una partita IVA per potersi iscrivere ad eBay Partner Network. Se la vostra attività non é di tipo professionale, potete semplicemente inserire il vostro nome e cognome nel campo denominato “Ragione sociale” e pertanto, in questo caso, nel campo denominato “Tipo di azienda” potrete scegliere dal menù a tendina la voce “Individuale”. Vi chiediamo di fornire il maggior numero possibile di informazioni in questa sezione - in particolare, tutto ciò che è connesso alle sorgenti di traffico del vostro sito web, il contenuto del vostro sito e come prevedete di integrare eBay all’interno del sito stesso – poiché ci sarà molto utile per valutare la vostra domanda . Qualsiasi informazione sulle statistiche del vostro sito, come ad esempio il numero di visitatori mensili, sarà molto utile. Ricordate - più dettagliate sono le informazioni fornite, tanto più è probabile che la vostra candidatura a eBay Partner Network sia accettata con successo!

Verrà anche richiesto di selezionare il proprio modello di business principale. Come per tutti gli altri dettagli, assicuratevi di inserire queste informazioni in modo accurato. Comprendere il vostro modello di business è importante per noi in quanto ci consente di adattare meglio il servizio che vi forniamo, ad esempio suggerendo gli strumenti  migliori per integrare eBay nel vostro sito. Si prega di notare che la promozione di eBay attraverso determinati modelli promozionali richiede un'ulteriore approvazione - per esempio, la distribuzione di software scaricabili, l’utilizzo di email o messaggistica istantanea o programmi che offrono coupon o incentivi. Se si utilizza uno di questi modelli di business per portare traffico a eBay, è richiesta la compilazione di un ulteriore form ed occorre ottenere l’approvazione da parte del team di eBay Partner Network, prima di impegnarsi a promuovere eBay attraverso questi modelli di business.

Infine, quando si richiede di far parte di eBay Partner Network bisogna inserire l'URL del sito web o dei siti web che si stanno utilizzando per promuovere eBay. Vi verrà chiesto inoltre di convalidare la vostra identità di gestore o proprietario del dominio con l'aggiunta di un piccolo file di testo alla directory base del dominio. Vi chiediamo di fare questo al fine di aiutarci a garantire la qualità dei siti eBay Partner Network.

Per ulteriori suggerimenti su come iscriversi a eBay Partner Network, raccomandiamo anche TheNicheStoreBuilder.com 's "7 Suggerimenti per essere accettati in ePN - eBay Affiliate Network", che offre un grande numero di suggerimenti su come diventare un nuovo membro di eBay Partner Network . Per ulteriori informazioni è possibile controllare anche le nostre FAQ.

Il Team di eBay Partner Network

Il report di anteprima del Quality Click Pricing è disponibile

Salve a tutti, Come comunicato precedentemente nel corso dell’annuncio del Quality Click Pricing, il report di anteprima del Quality Click Pricing è  da ora disponibile all’interno dell’interfaccia, una volta avuto accesso al vostro account su eBay Partner Network.  Il report di anteprima del Quality Click Pricing vi fornirà un’idea dei vostri guadagni per click (Earnings per Click) correnti e della vostra remunerazione in base al nuovo modello del Quality Click Pricing (QCP). Infatti in questo report potrete confrontare, a livello di promozione, i vostri guadagni attuali in base al modello vigente con i vostri guadagni potenziali nel caso il vostro modello di remunerazione fosse già quello del Quality Click Pricing. Ciò vi consentirà di capire quali potrebbero essere le prestazioni delle vostre promozioni con il nuovo modello in modo da iniziare ad ottimizzarle. Come annunciato in un post precedente, vi ricordiamo che se siete entrati a far parte di eBay Partner Network prima del 1° settembre, i vostri guadagni continueranno ad essere calcolati secondo il modello corrente fino al 1° ottobre 2009.

Un link al report di anteprima del Quality Click Pricing sarà disponibile nella sezione denominata “Link utili”, posizionata in basso a destra nel “Pannello di controllo”. Potete anche accedervi cliccando sull’etichetta “Report” e selezionando la voce “Anteprima del Quality Click Pricing” come tipologia di report. Potete poi selezionare il filtro riferito al mese ed al programma di interesse e cliccare infine sul bottone “Esegui report” per avere l’anteprima dei vostri guadagni potenziali secondo il QCP.  Nel caso abbiate creato molte promozioni o vi occorrano ulteriori filtri per ordinare i dati, vi consigliamo di  scaricare il report in formato foglio di calcolo utilizzando l’opzione “Esporta tutti i dati”. Tenete presente che questo report sarà disponibile esclusivamente per i vostri programmi la cui remunerazione non sia già quella del Quality Click Pricing. Qualora i vostri guadagni siano stabiliti dal modello QCP, potete eseguire un report “Giornaliero” o “Per promozione” per vedere le vostre commissioni totali  e il vostro EPC (Guadagno per click).

L’anteprima dell’EPC e delle commissioni sarà disponibile a livello giornaliero per ognuna delle vostre promozioni. Al pari dei report esistenti, l’anteprima é calcolata fino ai dati del giorno precedente. Se intendete eseguire un report per il mese di agosto 2009, vi ricordiamo che i dati disponibili partono dal 18 agosto, quindi il report non includerà il mese intero.

Vi auguriamo un buon lavoro,

Il team di eBay Partner Network

Informazioni sul Modulo per Business speciali

Gentile utente, se sei interessato alla compilazione del modulo per Business speciali, siamo sicuri che troverai utili i consigli riportati di seguito.  Il modulo per Business speciali deve essere compilato solo dai seguenti modelli di business:  siti con Incentivi, software scaricabile, comunicazioni elettroniche e altro.  Se promuovi eBay tramite banner o link di testo sul tuo blog o sito web, e non ricorri a tecniche speciali per portare traffico sul tuo sito oltre a SEO/SEM, non devi compilare il modulo per Business speciali.

Se appartieni a una delle categorie Business speciali, includi tutte le informazioni richieste nel modulo.  Di seguito puoi trovare esempi di ciascuna categoria:

  • Siti con programmi fedeltà/incentivi
    • Includi l'URL.
    • Specifica la natura esatta degli incentivi. Se offri cash back, includi l'importo e il metodo di pagamento. Se offri punti, specifica il numero di punti e il modo in cui possono essere usati.

  • Software scaricabile
    • Includi l'URL da cui viene scaricato il software.
    • Descrivi in modo dettagliato il funzionamento del software e includi screenshot.

  • Comunicazioni elettroniche
    • Indica come viene generata la lista email.
    • Spiega come soddisfi i requisiti CAN-SPAM.

  • Altro
    • Specifica tutte le informazioni necessarie per aiutarci a capire quale sia il tuo modello di business.

Se le informazioni sul modello di business non sono esaustive, non saremo in grado di approvare la tua domanda. Rispondi a tutte le domande fornendo quanti più dettagli possibile.

Grazie per la collaborazione,

Il team di eBay Partner Network

Messaggio di benvenuto per i publisher TradeDoubler

Salve a tutti, desideriamo dare un caloroso benvenuto sul blog di eBay Partner Network agli utenti che ci visitano per la prima volta e soprattutto agli affiliati eBay provenienti da TradeDoubler.  In questo blog verranno pubblicati annunci, suggerimenti, studi analitici, sviluppi di settore, informazioni sugli eventi a cui partecipiamo e articoli di blog ospiti.  Puoi iscriverti ai feed RSS su http://www.ebaypartnernetworkblog.com/it/feed/ e puoi inoltre inserire commenti sui post che leggi (purché siano costruttivi e pertinenti).

Se sei un publisher TradeDoubler e desideri avere ulteriori informazioni su eBay Partner Network e sulla relativa migrazione, visita la nostra pagina per la migrazione, dove potrai trovare informazioni sul funzionamento di eBay Partner Network, sul nostro modello di pagamento Quality Click Pricing (QCP) e sulle modalità di iscrizione.  Ricorda comunque che per richiedere l'iscrizione a eBay Partner Network devi utilizzare esclusivamente il link che ti verrà inviato via e-mail a partire dal 1° settembre.

Il team di eBay Partner Network